Domani arriva Renzi a Napoli. De Magistris: ”Non partecipo alla cabina di regia”

0
243

Domani, nella città di Napoli è atteso il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi.
Il Premier raggiungerà il capoluogo partenopeo per prendere parte alla riunione della cabina di regia per Bagnoli.

Intanto prosegue senza soste lo scontro istituzionale tra lo stesso Renzi e il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris.
«Bagnoli – dice Renzi – è una realtà che grida vendetta al cospetto del mondo intero: mercoledì andiamo alla cabina di regia a Napoli. De Magistris dice che mettiamo le mani nella sua città? Le avesse messe lui le mani, non avremmo avuto bisogno di far niente».

La replica del primo cittadino non si è fatta attendere.«Chiedo un incontro al Presidente del Consiglio, ma non entro in un luogo nel quale si sta consumando un’operazione assolutamente torbida dalla quale voglio stare distante e starò sempre distante, che è la cabina di regia”. E’ quanto ha detto, Luigi De Magistris interpellato dall’ANSA, chiaramente riferendosi alla sua partecipazione alla cabina di regia sul futuro di Bagnoli, che si svolgerà mercoledì prossimo, a Napoli, presieduta dal Presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

Domani è previsto un corteo mattutino e un’assemblea pomeridiana, nella quale il comitato ”Bagnoli Libera” promette battaglia: “Non siamo disponibili ad accettare intimidazioni, divieti e limitazioni del legittimo diritto al dissenso nei confronti delle politiche antidemocratiche del Governo Renzi e – si legge in un post – dei diktat sull’austerity imposti dall’Unione europea”. “Negli ultimi giorni, attraverso un’operazione ormai rituale di criminalizzazione del dissenso e dei movimenti sociali il Pd ha costruito ad arte un clima di terrorismo mediatico sulla giornata del 6 aprile – si legge ancora su Facebook – È evidente che il tentativo di oscurare le ragioni della protesta, spostando l’attenzione sull’ordine pubblico, è espressione della debolezza politica di un partito ai minimi storici in termini di consenso a causa dei recenti scandali che hanno coinvolto i ministri del governo e gli attori della politica locale a margine delle primarie – truffa”. Gli attivisti hanno poi aggiunto: “Come abbiamo fatto nel corso degli ultimi anni, saremo per le strade della nostra città per difendere i diritti dei tanti calpestati da un governo autoritario e colluso con affaristi e potentati economici e non lasceremo che questi temi vengano ricondotti ad un pretestuoso problema di ordine pubblico”, hanno concluso.

Nella giornata di ieri, intanto, Mimmo Mignano operaio cassintegrato e licenziato dalla Fiat si è arrampicato sulla ciminiera all’interno dell’area sequestrata dell’ex Italsider di Bagnoli per protestare in vista del processo di domani al tribunale di Nola per il reintrgro dei licenziati, e per l’arrivo di Renzi previsto in città per mercoledì 6 per la cabina di regia su Bagnoli.

Pasquale De Laurentis
@pasqdelaurentis

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteSerie A, il riassuntone della 31^ giornata
Articolo successivoParte oggi il laboratorio di scrittura di Guida editori
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II

NESSUN COMMENTO