Un sms per casaOz

0
201
casaOz

Come ogni anno riparte la campagna di raccolta fondi per casaOz Onlus, un’associazione che si occupa dei bambini ospedalizzati al Regina Margherita di Torino e delle loro famiglie, mettendo a disposizione prima che una struttura, una vera e propria casa fatta di affetto, attenzioni, sostegno e amore.

Un luogo dove i bambini sono semplicemente bambini, senza etichette o quant’altro e dove chi li ama può trovare un po’ di pace. CasaOz mette a disposizione dei mini alloggi affinché i genitori possano stare accanto ai loro piccoli durante il periodo delle cure. Un luogo per riposare, per staccare la spina da quei tristi e lunghi corridoi ospedalieri, un posto anche solo per sciacquarsi la faccia o fare una lavatrice.

CasaOz è una onlus che, come tutte queste realtà, ha bisogno di continui aiuti per sopravvivere. Da più di un anno l’associazione ha trovato un nuovo alleato nel centro storico di Torino. In via Giolitti sono stati inaugurati i MagazziniOz un centro di aggregazione sociale dove poter mangiare, studiare, acquistare piccoli oggetti e partecipare ad eventi organizzati in loco. Il ricavato in parte andrà alla stessa casaOz.

Da un lato i MagazziniOz luogo bello, allegro e familiare in cui trascorrere i propri pomeriggi e dall’altro CasaOz, una boccata di ossigeno puro per chi ne ha davvero bisogno. Un ulteriore modo per aiutare questa Onlus è, appunto, aderire alla campagna che parte il 3 aprile e durerà fino al 17 aprile e nasce per questo scopo: sostenerla.

È possibile inviare un sms di 2 euro al 45504 oppure una chiama da telefono fisso per donare 2 o 5 euro.

Un piccolo gesto per noi, ma che se fatto da tutti diventa un grande aiuto per loro. CasaOz non è un luogo ad esclusivo panaggio dei torinesi, a casaOz arrivano famiglie da ogni luogo d’Italia e dell’estero ed è per questo che la raccolta fondi diventa, insieme alle altre innumerevoli iniziative, un muro portante che permette a casaOz di continuare a vivere e diventare ogni anno più forte e più bella. È difficile descrivere ciò che si prova varcando la soglia della porta di questa casa, un turbinio di emozioni che faticosamente descrivibili se vengono vissute.

CasaOz non si spiega, casaOz si vive.

Per qualsiasi altra informazione visitate il sito dell’associazione, a questo link e date un’occhiata a questo video promo in cui Luciana Littizzetto, madrina e socia fondatrice di CasaOz, spiega che cosa sia questa struttura e quanto sia necessario l’aiuto di tutti noi: http://youtu.be/xjEhMwQqKKo

Enrica Leone

CONDIVIDI
Articolo precedenteUn’unica e grande Nuceria? Richiesto il Referendum per la decisione
Articolo successivoIl ritorno degli Eiffel65: arriva “Panico”
Mi chiamo Enrica Leone, sono nata a Lecco. Diplomata con maturità scientifica, ho intrapreso la carriera universitaria presso la facoltà di Giurisprudenza. Entusiasmo, iniziativa e dinamismo mi hanno da sempre spinto ad andare avanti nel lavoro così come nello studio. Adoro scrivere e questa passione mi ha portata ad intraprendere avventure di ogni genere per poter portare a casa interviste ed acquisire il giusto grado di esperienza, per rendere i miei articoli ancora più miei. Una passione che mi ha portata a pubblicare pochi mesi fa il mio primo romanzo: Basta avere coraggio, presso la casa editrice Arduino Sacco Editore. Non smetto mai di rincorrere i miei sogni ed il più delle volte questi diventano i miei obiettivi che cerco in tutti i modo di raggiungere. Alla scrittura, da poco tempo ho affiancato il lavoro di organizzatrice di eventi di beneficenza ed assistenza alla comunicazione. Mi piace il contatto con il pubblico. A detta di chi collabora con me, sono una persona estremamente precisa, metodica e puntuale. Attenta affinchè il compito affidatomi possa venir portato a termine nel miglior modo possibile e nel tempo necessario. Amo il cinema, la televisione (quella di qualità) e tutto ciò che ha a che fare con lo spettacolo ed è questo ciò di cui mi occupo.

NESSUN COMMENTO