90 anni di calcio a Napoli: il primo trionfo tricolore dell’87

0
253
lo stadio san Paolo il 10 maggio 1987

Bentornati al nostro appuntamento sull’omaggio al Napoli con il nostro articolo per i suoi 90 anni. 90 anni di calcio a Napoli torna, quindi, parlandovi del primo trionfo azzurro nel campionato italiano di calcio che avvenne nella stagione 1986/87.

La stagione 1986/87 iniziò il 14 settembre 1986 nell’incertezza più assoluta. Alla sempre favorita Juventus, quell’anno si aggiunsero il Milan determinato a rilanciarsi, l’Inter e la Roma. Il Napoli si presentò con nuovi acquisti, tra cui Andrea Carnevale proveniente dall’Udinese e Fernando De Napoli prelevato dall’Avellino. La Juventus non deluse le aspettative, almeno nelle giornate iniziali riuscendo a raggiungere subito il primo posto. La prima a deludere fu l’Inter che proprio alla prima giornata si fece battere dal sorprendente Empoli che nel primo tempo riuscì a segnare il goal per l’1-0 grazie a Marco Osio.

Il Napoli iniziò bene il campionato partendo da una bella vittoria all’esordio, allo stadio Rigamonti di Brescia Diego Armando Maradona segnò un bel goal che fu quello vincente nello 0-1 finale. La determinazione di Maradona e compagni a voler lottare per il titolo si intravide sin da subito. Se non fosse stato per i 4 pareggi nelle 7 gare iniziali, tra cui anche uno deludente contro l’Udinese in casa, il Napoli sarebbe arrivato alla sfida dell’anno contro la Juventus già con il vantaggio in classifica.

Il 5 novembre 1986: Juventus-Napoli , una partita che tutti i tifosi ricorderanno sempre con gioia. Allo stadio Comunale di Torino, con la direzione di gara del mitico arbitro Agnolin, si svolse una delle più emozionanti partite di sempre. Il primo tempo si concluse a reti inviolate. Nella ripresa al 50’ Laudrup portò in vantaggio i bianconeri.

Durante la nostra rubrica abbiamo visto che, storicamente, il Napoli era sempre destinato a soccombere appena comparivano i primi segni di possibile gloria. In quel secondo tempo, dopo il goal di Laudrup, il Napoli si mostrò combattivo, determinato, aggressivo, caparbio. Gli azzurri lottarono con una grinta tale che nonostante lo svantaggio, forse, riusciva a intravedere le possibilità della vittoria. Così fu. Al pareggio un po’ rocambolesco di Ferrario, seguì il vantaggio siglato dall’attaccante azzurro Bruno Giordano. Allo scadere, l’apoteosi: Volpecina in fuga di contropiede segnò il terzo goal con uno splendido diagonale. Il Napoli era da solo in testa alla classifica.

Durante la stagione ci fu una piccola crisi che portò il Napoli ad un cammino non semplicissimo. La sconfitta a Firenze per 3-1 fu un primo segnale che fece svegliare gli undici azzurri. Nella sessione invernale del mercato il Napoli portò a segno un acquisto che si rivelò davvero fondamentale: Il centrocampista Francesco Romano. Nonostante alcuni incidenti di percorso il Napoli riuscì a portare a casa il primo scudetto della sua storia.

La data storica è il 10 maggio 1987: Napoli – Fiorentina. In uno stadio completamente azzurro e traboccante di gioia, uno striscione gigante dello scudetto prima della partita. L’obiettivo non venne fallito. Fu sufficiente il pareggio per 1-1 (con goal di Andrea Carnevale, pareggiato poi dall’esordiente Roberto Baggio) per la storia della squadra partenopea.

Amo ricordare quel pomeriggio, così come lo vissi io, ragazzino, attaccato alla radio (così si seguivano le partite. Permettetemi di considerarli davvero bei tempi, per diversi motivi) ed alle parole di Enrico Ameri che commentavano degli ultimi secondi della partita, ad un certo punto si udiva per la città un rumore sordo, quasi come un boato senza interruzione. Io che saltellavo per i balconi di casa. Era l’esplosione azzurra di un’intera città che attese 60 anni per vincere il primo tricolore a cui si aggiunse la vittoria della Coppa Italia stabilendo anche il record con il pieno di vittorie per il Napoli dai primi turni alla doppia finale contro L’Atalanta. L’accoppiata Scudetto-Coppa Italia è stata ottenuta solo da poche altre squadre.

Di seguito la rosa campione d’Italia 1986/87:

Raffaele Di Fusco, Claudio Garella, Giuseppe Taglialatela, Tebaldo Bigliardi, Giuseppe Bruscolotti, Antonio Carannante, Ciro Ferrara, Moreno Ferrario, Massimo Filardi, Davide Lampugnani, Raimondo Marino, Alessandro Renica, Giuseppe Volpecina, Salvatore Bagni, Luigi Caffarelli, Costanzo Celestini, Angelo Cioffi, Fernando De Napoli, Ciro Muro, Pietro Puzone, Francesco Romano, Luciano Sola, Andrea Carnevale, Luigi Castellone, Bruno Giordano, Diego Armando Maradona. Allenatore: Ottavio Bianchi.

la rosa campione 87
la rosa campione 87

Finisce qui anche questo capitolo sulla storia dei 90 anni di calcio a Napoli. La prossima volta parleremo del secondo scudetto conquistato dal Napoli. Anche per questa volta è tutto. Arrivederci al prossimo appuntamento con : 90 anni di calcio a Napoli.

Salvatore Annona

CONDIVIDI
Articolo precedenteNapoli – Hellas Verona: gli occhi della tigre
Articolo successivoFinalmente granata: Latina piegato 3-2
Nato a Napoli nel 1975 vi ho vissuto fino ad oggi, senza mai emigrare. Dopo il diploma di geometra, ho conseguito la Laurea in Ingegneria Civile nel 2005 con tesi in Ingegneria Sismica. Ho una splendida famiglia con moglie e due splendidi figli. Attualmente esercito la libera professione e sono membro della Commissione Manutenzione e Recupero degli Edifici Industriali presso L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli. Curioso sin dalla nascita, ho coltivato diverse passioni come la lettura e la grafica digitale. Amo immensamente la musica e lo sport (in particolare il calcio ed il tennis).

NESSUN COMMENTO