Valeria Valente, scontri a Napoli

0
260
Valeria Valente
Valeria Valente

Napoli, la campagna elettorale del Pd ha scaturito l’ira di molteplici. Un centinaio di manifestanti, sul lungomare della città, hanno mostrato il loro dissenso per la candidatura a sindaco di Valeria Valente, sostenuta dal Ministro delle Riforme Maria Elena Boschi.

I manifestanti hanno cercato di superare il cordone della polizia che proteggeva la zona. Molti sono stati respinti con veemenza dalle forze dell’ordine presenti. La Stazione Marittima è stata chiusa d’urgenza perché un gruppo di  manifestanti è riuscito ad entrare per esporre uno striscione di protesta.

Presenti in strada a manifestare non solo studenti e lavoratori, ma anche centri sociali come Iskra, associazioni di Bagnoli e di Chiaiano, i movimenti NoTriv e tutti quelli che si stanno preparando  alla manifestazione del 25 Aprile: “Per una nuova liberazione”

Alle 18 arrivano Valeria Valente e il Presidente De Luca, a ritardare è il Ministro Boschi. Il primo ad intervenire è  De Luca:<< Napoli non è rappresentata da qualche facinoroso che non ha nulla da fare. Sento di poter dire che come Pd non siamo stati all’altezza dei nostri doveri, non adeguati ne’ per iniziativa ne’ per chiarezza programmatica. Dobbiamo chiedere scusa ai tanti militanti allontanati e ai cittadini di Napoli che hanno guardato a noi con grande diffidenza. Una campagna elettorale difficile, maledettamente complicata. Tuttavia in questi ultimi giorni è stata realizzata una condizione di unita’ tra noi che ci consente di riprendere il cammino con onestà. Abbiamo bisogno dell’ aiuto di tutti. Dobbiamo avere senso responsabilità per metterci dietro amarezze personali e obiezioni politiche – conclude –  L’obiettivo è talmente grande che il senso di responsabilità deve prevalere >>.

A seguire, la candidata Valeria Valente: << Prima di tutto il mio desiderio è che al centro di questa campagna elettorale ci sia Napoli. Ho riflettuto molto prima di decidere se candidarmi o meno a sindaco. L’idea di guidare una città come Napoli un po’ di paura te la fa venire. Poi ho pensato che è meraviglioso fare il sindaco e poter pensare di cambiare la tua città. Oggi a Napoli, purtroppo, non si vive bene. Il nostro slogan è ‘cuore e coraggio’ perché ci vuole coraggio per vincere la sfida e superare tanti ostacoli, ma anche di cuore per governare meglio la città >>.

 

Simona Pietropaolo

 

 

 

 

 

 

 

NESSUN COMMENTO