Fantabreak: “Cela ne va pas droit”

0
284
dipendenza

Salve a tutti cari amici di Fantabreak, in questa puntata si continua con il discorso della sintonia tra alcuni giocatori ed i propri allenatori, già iniziato con Saponara e Sarri. Questa volta vi proponiamo un altro esempio, cioè Paul Pogba, che da quando ha visto andare via Conte dalla panchina bianconera e trovatosi sulle spalle un numero pesante, quale il dieci indossato a lungo da Del Piero, non rende più come prima. Certo ciò non può essere attribuito solo alla pesantezza del valore del numero dieci, ma sicuramente da come sia schierato in campo dal mister che non non gli h ancora permesso di diventare quel giocatore stratosferisco corteggiato da tutta Europa, sebbene Allegri non abbia apportato modifiche allo schema di gioco juventino, per paura di rompere la macchina perfetta creata da Conte, ma variando gli interpreti e abbassando il francese in cabina di regia a causa delle cessioni di Pirlo e Vidal. Il risultato è stato che Pogba si è trovato impiegato anche in fase difensiva, quindi ricevendo saltuariamente qualche malus dovuto anche al suo non docile carattere, ma soprattutto perché fuori ruolo (ricordiamo che il suo ruolo è sempre stato quello di supporto alle punte).

Allegri e PogbaTuttavia, data la sua grande tecnica, si vede comunque spesso in zona bonus: 7 gol fatti e 6 assist, con medie voto troppo vicine al 6 (mediavoto 6,26 e fantamediavoto 6,83). Il francese si è quindi rivelato un mezzo flop, ovviamente considerando che ci ha abituato a ben altre prestazioni negli anni passati. Nell’ultima partita, contro il Palermo, il Polpo ha realizzato un gol ed ha apportato un assist al compagno di squadra Khedira, che snellendolo dei vari compiti difensivi affidatigli, gli permette il ritorno al bonus. Me la prestazione odierna rischia di poter essere una delle ultime, poiché la convivenza difficile con il tecnico toscano e le offerte inviate da Madrid, sponda Real, potrebbero far vacillare il francese, dato che “Cela ne va pas droit”, cioè “non va proprio tutto bene” con mister Allegri. Ed a conferma di ciò, vi proponiamo l’ormai solita vignetta di Savio, a sintettizarvi questa convivenza ormai inaccettabile. Concludiamo dicendo: “Occhio alle Merenguese buon Fantabreak a tutti!

Eugenio Fiorentino

CONDIVIDI
Articolo precedenteReferendum trivellazioni, risultati a Salerno e provincia
Articolo successivoSerie A, il riassuntone della 33^ giornata
Eugenio Fiorentino, nato il 3/2/1992 a Napoli, dove ho sempre vissuto. Ho frequentato le scuole presso l'istituto Suore Bethlemite ed ho poi conseguito la licenza liceale presso il X Liceo Scientifico Statale, Elio Vittorini. Sempre promosso a pieni voti. Nel 2010 mi sono iscritto all'istituto Suor Orsola Benincasa, alla facoltà Scienze delle Comunicazioni, conseguendo i primi esami fino al settembre 2011, data in cui a causa di un gravissimo incidente subito ho interrotto gli studi. Dopo un lungo periodo riabilitativo, che tutt'ora sto sostenendo, ho ripreso gli studi nel 2014, conseguendo anche il passaggio al primo esame: Informazione e cultura digitale. Ho praticato molti sport, tra i quali nuoto e calcio a livello agonistico. Ho anche grandi passioni riguardo Musica, Calcio e Motociclismo, ma ultimamente ho avuto modo di apprezzare, anche per vicende personali, tutto l'ambito della riabilitazione neuro-motoria, che è un campo in grande crescita ed espansione.

NESSUN COMMENTO