Bagadur tiene la Salernitana in corsa: ad Ascoli è 2-2

0
364

Il talentino Croato classe ’95 riesce a far portare a casa un risultato importante contro un Ascoli che, così, non può ancora dirsi matematicamente salvo.

Un risultato un po’ ambiguo per gli uomini di Menichini quello ottenuto ad Ascoli. Da un lato il profumo è quello di un insperato traguardo, agguantato in extremis dal giovanissimo Bagadur, dall’altro la sensazione è che la Salernitana abbia gettato al vento un’altra chance, come contro Vicenza e Pro Vercelli, per mettere una seria ipoteca sulla salvezza, in una giornata in cui, comunque, le dirette concorrenti hanno portato tutte a casa solo un pareggio o, nel caso del Lanciano, addirittura una sconfitta.

1449992985139462

Ad iniziare meglio sono gli ospiti che si rendono subito pericolosi con Donnarumma (scelto chiaramente come terminale offensivo in tandem con Coda nel 4-4-2) ai minuti 6 e 9. L’Ascoli risponde aggressivamente passando in vantaggio al 13′ con un Cacia in splendido stato di forma che si ripete 6 minuti più tardi con un bel destro su assist di Orsolini che poco prima aveva sfiorato il raddoppio. Dopo il micidiale uno-due casalingo, maturato in un momento d’appannamento della formazione Granata, al 33′, dopo una serie di azioni offensive, Oikonomidis riesce a firmare il gol che accorcia le distanze e riporta i Campani in carreggiata. La prassi nella ripresa è la stessa, con l’Ascoli che subisce sostanzialmente le iniziative della Salernitana che, però, nonostante le conclusioni provate più volte da Franco nel primo tempo, Coda e Gatto coadiuvati da Zito nel secondo, non riesce a riportare il risultato in parità. Solo al 92′, durante l’ultima disperata offensiva, come spesso accaduto in questo campionato, Bagadur batte Lanni con un rabbioso colpo di testa su cross di Zito.

Alla prossima giornata gli uomini di Menichini ospitano il Modena per uno scontro diretto che significa per entrambe una svolta fondamentale per allontanarsi dalla zona play out. Tutto gira a favore dei Campani dato che il Latina giocherà contro il Crotone già promosso in massima serie e il Lanciano che insegue è impegnato a Pescara.

Chi vince è dentro, chi perde è ad un passo dal crollo.

Vincenzo Marotta

NESSUN COMMENTO