Napoli – Atalanta 3 punti per la Champions

0
239
Napoli Atalanta

Bentornati al nostro appuntamento con le sintesi delle partite che vedono impegnato il Napoli nel campionato italiano di calcio.

Dopo la sconfitta di Roma, il secondo posto del Napoli ha cominciato a traballare. Occorreva una vittoria per mantenere i due punti di distacco dai giallorossi che in serata hanno espugnato Genova. L’avversario non era dei più semplici. L’Atalanta guidata da Edy Reja (mister sempre nel cuore dei tufosi per la sua indimenticabile cavalcata dalla serie C alla Coppa Uefa) si è presentata con i suoi pezzi pregiati Borriello, Cigarini e Diamanti oltre all’interessante D’Alessandro.

Le formazioni schierate:

NAPOLI: Reina, Ghoulam, Koulibaly, Albiol, Hysaj, Hamsik, Jorginho, Allan, Insigne, Higuain, Callejon

ATALANTA: Sportiello, Dramè, Djimsiti, Toloi, Masiello, De Roon, Cigarini, Kurtic, Diamanti, D’Alessandro, Borriello

LA SINTESI

10′ Al solito parte bene il Napoli che sblocca con il goal di Higuain servito splendidamente da Marek Hamsik;

Il primo tempo passa senza ulteriori sussulti, con il Napoli che domina con possesso palla imbarazzante per l’Atalanta

Nella ripresa l Napoli, forse strigliato da Sarri, inizia con una marcia in più per chiudere subito la partita. La maggiore determinazione degli azzurri si tramuta subito in tantissime azioni da goal:

al 46′ bella azionedi Insigne che serve Higuain che viene chiuso nella sua conclusione a rete;

Al 51′ occasione per Hamsik che, servito da Higuain, tira troppo debolmente verso la porta avversaria;

Al 52′ gran tiro da fuori area di Insigne, ma la palla termina a lato.

Al 57′ traversa clamorosa di Allan il cui ultimo goal risale all’ultima trasferta vittoriosa contro il Milan;

al 65′ Mertens, che ha appena sostituito Insigne, si mette subito in luce con una serpentina e tiro che finisce di poco a lato

Al 70′ altra splendida azione che parte da Mertens che riceve subito palla ma tira di poco a lato.

Al minuto 77′ splendido assist dalla destra ad opera di Callejon, colpo di testa di Higuain che segna la sua trendaduesima rete stagionale.

La partita sembra ormai chiusa, ma all’ 85′ giunge il goal un pò fortunoso dell’Atalanta con autogoal di Albiol. Si soffre un pò ma alla fine il Napoli riesce a portare a casa questi preziosissimi 3 punti. La corsa alla Champions continua.

LE PAGELLE

Reina: 6. Continua la sua assoluta inoperosità; non ha colpe sul goal dell’Atalanta

Ghoulam: 6. Partita tranquilla. Il Napoli scegli spesso le vie centrali, per cui poco lavoro per lui questa sera

Koulibaly: 7. Perfetto;

Albiol: 6. mezzo voto in meno per essere stato poco concentrato nell’azione del goal dell’Atalanta che ha portato ad un finale thrilling per i tifosi azzurri;

Hysaj: 6,5 . Fa dignitosamente il suo lavoro; impressionante una sua progressione al novantesimo. Polmoni d’acciaio;

Hamsik: 7. Gli avevamo chiesto di rialzarsi e lo ha fatto. Bella partita la sua con assist e alcune conclusioni con poca fortuna;

Jorginho: 6. Con le batterie evidentemente scariche (lo diciamo da tempo) riesce comunque a giocare con scioltezza e, stavolta, non viene nemmeno sostituito;

Allan: 6,5. Una delle migliori gare del brasiliano in questo arco di stagione. Le poche azioni avversarie sbattono contro il suo muro. un suo tiro sbatte contro la traversa;

Insigne: 6. Tante conclusioni ma poco precise. Molto volenteroso ma è troppo ripetitivo e viene salvato solo dal risultato positivo della squadra, altrimenti non avrebbe evitato fischi. Contiamo di rivederlo presto in forma. Sostituito al 65′ da Mertens ( voto 7 per lui che ha una marcia in più)

Higuain: 8. altri due goal ed arriva a 32 reti in 33 gare. Leggenda; Sostituito da Gabbiadini solo per consegnarlo alla folla che lo acclama (Gabbiadini N.G.)

Callejon: 7,5. Conferma lo splendido momento di forma e le nostre previsioni che lo davano per uomo chiave per il finale di stagione. Nel finale è sostituito da El Kaddouri che si vede negare un goal fatto da Sportiello che compie un miracolo su conclusione ravvicinata da parte del centrocampista azzurro (voto 6 per lui)

Salvatore Annona

CONDIVIDI
Articolo precedenteDiritto alla Salute, sciopero dei dipendenti del Giudice di Pace
Articolo successivoL’ombra del Califfato sul petrolio della Libia
Nato a Napoli nel 1975 vi ho vissuto fino ad oggi, senza mai emigrare. Dopo il diploma di geometra, ho conseguito la Laurea in Ingegneria Civile nel 2005 con tesi in Ingegneria Sismica. Ho una splendida famiglia con moglie e due splendidi figli. Attualmente esercito la libera professione e sono membro della Commissione Manutenzione e Recupero degli Edifici Industriali presso L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli. Curioso sin dalla nascita, ho coltivato diverse passioni come la lettura e la grafica digitale. Amo immensamente la musica e lo sport (in particolare il calcio ed il tennis).

NESSUN COMMENTO