Napoli, a Torino una vittoria che vale oro

0
157
Torno Napoli

Bentornati al nostro appuntamento con le sintesi delle partite che vedono impegnato il Napoli nel campionato italiano di calcio.

Grande vittoria degli azzurri, che a Torino ottengono 3 punti fondamentali per la conquista dell’accesso diretto alla Champions League. La vittoria della Roma di poche ore prima, con tanto di sorpasso, ha chiamato il Napoli ad una prova di forza. Si temeva per la tenuta nervosa degli azzurri che, invece, in scioltezza hanno dominato la gara tentando di chiuderla già nel primo tempo con le reti del solito devastante Higuaìn e di Callejon, entrambi serviti splendidamente da un Hamsik in grande spolvero. Nella ripresa il Napoli prova a complicarsi ancora una volta la vita, lasciando segnare i granata con Peres. Gli azzurri mantengono il vantaggio fino alla fine, ed ora sono ad un passo dalla qualificazione diretta alla Champions League.

Le formazioni schierate:

TORINO: Padelli, Silva, Jansson, Bovo, Benassi, Acquah, Bruno Peres, Vives, Zappacosta, Martinez, Belotti.

NAPOLI: Reina, Ghoulam, Koulibaly, Albiol, Hysaj, Hamsik, Jorginho, Allan, Insigne, Higuain, Callejon.

LE PAGELLE

Reina 6. Stavolta è impegnato un pochino in più, soprattutto con qualche uscita e per tenere la calma in difesa.

Ghoulam 6,5. Grande prova dell’esterno. Senza sbavature

Koulibaly 6,5. Ci mette tanta forza. Ne aveva bisogno tutta la squadra in una partita complicata. C’è.

Albiol 5,5. Si lascia ammonire quasi subito e non chiude sul goal di Bruno Peres. Già in vacanza.

Hysaj 5,5. Una delle peggiori partite. Insieme ad Albiol confezionano il regalo a Peres.

Hamsik 7. Grande gara del capitano slovacco. Sono suoi entrambi gli assist per i goal di Higuaìn e Callejon. Sostituito da David Lopez quando c’è da spaccare le trame offensive del Torino (6 per lui)

Jorginho 6,5. Tanta quantità, generoso.

Allan 7. Partita che inizia anonima come le ultime di questi tempi. Nel secondo tempo lotta con tutto se stesso per difendere il risultato. Si lancia su ogni pallone e subisce una marea di falli di frustrazione.

Insigne 6. Lo aspettiamo l’anno prossimo. Sostituito da Mertens (s.v.)

Higuaìn 8. Cosa c’è da commentare? Anche i numeri di questo ragazzo mandano in confusione. Leggenda assoluta.

Callejon 7. Gioca benissimo anche questa partita. Occorrerebbe blindare anche lui per l’anno prossimo. Sostituito da El Kaddouri nel finale (s.v.)

Salvatore Annona

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteSettimana di Satira: un pakistano a Londra – Satire Wars
Articolo successivoFantabreak: prima che il Gallo apporti tre punti…
Nato a Napoli nel 1975 vi ho vissuto fino ad oggi, senza mai emigrare. Dopo il diploma di geometra, ho conseguito la Laurea in Ingegneria Civile nel 2005 con tesi in Ingegneria Sismica. Ho una splendida famiglia con moglie e due splendidi figli. Attualmente esercito la libera professione e sono membro della Commissione Manutenzione e Recupero degli Edifici Industriali presso L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli. Curioso sin dalla nascita, ho coltivato diverse passioni come la lettura e la grafica digitale. Amo immensamente la musica e lo sport (in particolare il calcio ed il tennis).

NESSUN COMMENTO