Simone D’Andrea, candidato con DemA

0
973
Simone d'Andrea
Simone d'Andrea

Simone D’Andrea è un giovane che si candida a consigliere municipale alla II Municipalità (Montecalvario, Avvocata, Mercato, Pendino, Porto S.Giuseppe) con la lista DemA, la principale delle liste a supporto del sindaco uscente, Luigi De Magistris

Simone d’Andrea, come inizia il tuo percorso politico?.

Il mio percorso inizia tre anni fa, alla vigilia delle elezioni politiche del 2013. Ho iniziato sin da subito ad occuparmi di iniziative concrete, poichè non mi ha mai appassionato chiudermi in un circolo di partito. La mia prima richiesta è stata la massa in sicurezza della Galleria Umberto, poi mi sono occupato del Reddito Minimo Garantito, dell’apertura di uno sportello Nidil per i disoccupati del centro storico. Abbiamo poi chiesto un cineforum ed attuato un progetto ”Chiese aperte”, in cui chiedevamo l’apertura di 100 chiese chiuse nel centro storico per farne asili nido e spazi di coworking.

Parlavi di uscire dalle sedi, di stare tra la gente. Alla luce anche degli ultimi agguati di camorra nel centro storico, ti chiedo come sconfiggere la camorra?

Non è facile. Bisogna partire da un dato che riguarda i cittadini, i quali, tramite Un Popolo in Cammino, già da diversi mesi, stanno chiedendo l’apertura delle scuole, cosa che poi recentemente ha anche promesso il Governo centrale. Insomma, necessariamente bisogna partire dalla gente e ascoltare tutte le problematiche ragionando insieme anche sulle possibili soluzioni.

I punti del tuo programma?

Sono tre i punti del mio programma, tuttavia tengo a sottolineare che il mio programma non è chiuso, infatti già da questa settimana è partito il mio tour ”strada per strada” nel quale sto girando con sondaggi da sottoporre a tutti i cittadini e commercianti sulle diverse problematiche cercando insieme una soluzione. Il I punto del mio programma è il bilancio partecipato; diamo ai cittadini infatti, la possibilità di decidere come spendere parte dei fondi assegnati alle municipalità.
Il II punto, invece è un progetto ambizioso, vogliamo infatti restituire al centro storico i diversi beni pubblici o privati della città finiti in disuso facendo asili nido, spazi di coworking o attività di doposcuola.
Il III punto è organizzare poco dopo l’inizio del prossimo anno scolastico, un mercatino di libri scolatici di dono e di scambio, in una piazza del centro storico, in modo da ovviare al caro libri.

Il sindaco De Magistris può rappresentare secondo te un leader nazionare di rottura contro le politiche del Governo Renzi?

Può esserlo. Dipenderà molto dai risultati che riuscirà a mettere in campo durante, speriamo questo suo secondo mandato.

Pasquale De Laurentis
p.delaurentis@liberopensiero.eu

CONDIVIDI
Articolo precedenteL’arte del parare, insegna Ernesto Ferraro
Articolo successivoLa Casa del Bambino, sport e integrazione
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II

NESSUN COMMENTO