Crotone, la grande impresa

Una stagione fantastica per il F.C. Crotone, culminata con la prima storica promozione nella massima serie. Ora i calabresi sognano di affermarsi a grandi livelli: ci riusciranno?

0
467
CROTONE, ITALY - APRIL 23: Fans of Crotone celebrate after the Serie B match between FC Crotone and Como Calcio at Stadio Comunale Ezio Scida on April 23, 2016 in Crotone, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

È un vero e proprio sogno quello coltivato dalla formazione rossoblu nella stagione che si è appena conclusa: promozione in serie A conquistata meritatamente e grande soddisfazione per i tifosi calabresi che mai avevano assaporato il gusto della massima serie. Ma qual è il segreto del Crotone? Innanzitutto, la pianificazione progettuale attuata dal presidente Raffaele Vrenna, che dal lontano 1993 (anno in cui rilevò la società, fallita e ripartita da zero) ha perseguito con tenacia ed ostinazione i suoi obiettivi, in primis quello di regalare alla piazza le categorie più ambite. Ma i meriti, oltre che del presidente e dei calciatori (scesi in campo con costanza e dedizione, con l’umiltà di chi vuole diventare grande), sono da attribuire in larga parte anche al condottiero di questo fantastico gruppo di lavoro: stiamo parlando di Ivan Juric, già calciatore del Crotone negli anni 2000, che è riuscito ad infondere ai giocatori la fiducia necessaria e la consapevolezza di chi vuole raggiungere grandi traguardi. Gioco, solidità difensiva ed attacco esplosivo sono state le armi decisive che hanno permesso a questa squadra di compiere l’impresa. Il lavoro paga sempre, e la mission è stata portata a compimento anche grazie ad un grande intenditore di calcio, dimostratosi poi anche un ottimo scopritore di talenti: stiamo parlando del direttore sportivo della formazione rossoblu, ossia Giuseppe Ursino, che ha svolto un  lavoro eccezionale, mettendo a disposizione del tecnico croato un mix tra giocatori di esperienza (Cordaz e Palladino) e giovani di grande prospettiva ( Stoian, Ricci e Budimir su tutti).

Ora, per i calabresi, si apre una nuova sfida: allestire una squadra che possa ben figurare in serie A, al fine di regalare ai propri tifosi l’ennesima soddisfazione di questi ultimi anni: la permanenza nella massima serie. La sfida non è proibitiva, perché a  Crotone hanno coraggio, fame di successi e voglia di emergere: chiamateli pure “specialisti in imprese”.

Luca Orefice

NESSUN COMMENTO