Intervista con Rosaria Galiero, candidata al Comune di Napoli con Napoli in Comune

0
1380

Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Rosaria Galiero, candidata al Comune di Napoli per la lista Napoli in Comune a Sinistra.

Fin da piccola sei stata impegnata in politica, prima con la rappresentanza a scuola, poi con il sindacato studentesco.
Possiamo scrivere che da sempre praticamente sei impegnata in politica?

Si, il mio impegno in politica parte da lontano. Ho iniziato dai banchi di scuola. Allora come oggi ho sempre visto il fare politica come un’ inevitabile risposta al malessere che provavo come studente all’epoca e come cittadina oggi.
Essere consapevoli e critici, partecipare attivamente alla vita della propria città, della propria scuola , del proprio ufficio dovrebbe essere prerogativa di tutti noi.

I punti principali del tuo programma?

Ho costruito il mio programma con l’aiuto di tanti amici, colleghi , compagni che hanno deciso di sostenermi in questa campagna elettorale. Siamo partiti dalle nostre difficoltà quotidiane e abbiamo immaginato la città che vorremmo vivere:
Cultura intesa come libera circolazione di ogni forma del sapere. Cultura intesa come processo di consapevolezza , di emancipazione e di lotta alle diseguaglianze e alla criminalità. Cultura dell’accoglienza e dell’integrazione sociale.
Percorsi integrati tra scuole e territorio. L’idea costante di una scuola aperta alle esigenze degli studenti e delle famiglie finalizzata a formare uomini e donne liberi dai pregiudizi e cittadini consapevoli.
Il comune deve essere promotore della fruizione libera della cultura e cercare di abbattere gli ostacoli per accedere ad essa.
Recuperare gli spazi abbandonati al degrado e restituirli alle comunità valorizzando esperienze di cogestione. Incentivare la rete dei trasporti favorendo il collegamento tra centro e periferia. Dare dignità alle periferie con l’aiuto di una stretta sinergia con il mondo dell’associazionismo.
Una città più equa che sappia valorizzare i giovani fornendo strumenti che gli garantiscano la crescita senza dover più emigrare.
Una città che abbia il coraggio e la forza di sviluppare al suo interno una rete di servizi ed istituti per combattere il lavoro sommerso , lo sfruttamento e la precarietà.

Perché hai scelto la lista Napoli in comune?

La mia storia, i miei principi , la mia visione del mondo è di “sinistra”.
E quando intendo Sinistra non penso ad un’etichetta ma ad un modo di vedere il mondo, di approcciarsi alla lotta contro le disuguaglianze ed il disagio sociale.
Non avrei potuto scegliere altra realtà .

Perché ci sono sempre meno giovani che decidono di mettersi in gioco ed occuparsi della cosa pubblica ?

Da quando ho iniziato a fare politica dai banchi di scuola ho spesso avvertito un sentimento spesso di diffidenza intorno a chi era attivamente impegnato. Qualcuno pensava che perdessimo solo tempo. Molti si sono ricreduti. Forse se avessimo continuato a lottare con la stessa caparbietà tante cose in questo paese sarebbero diverse. Allontanare i giovani dalla politica e dai luoghi di decisione è una volontà precisa , è forse la strada più semplice per evitare il confronto ed avere piena libertà sulle decisioni che possono danneggiare il loro futuro.

Pasquale De Laurentis
p.delaurentis@liberopensiero.eu

CONDIVIDI
Articolo precedenteFrancesco Starace (AD Enel) ed il tacito patto con gli studenti della LUISS
Articolo successivoIn migliaia a Bagnoli per il Napoli Pride
Nasce a Napoli. Consegue il diploma al Liceo Classico Giuseppe Garibaldi di Napoli. E’ qui eletto rappresentante d’istituto dal 2004/2005 al 2008/2009. È cofondatore del giornale scolastico “L’Idea”. Nel settembre 2008, insieme ad altri componenti del Comitato Studentesco, è ospite in uno speciale del Tg di Italia Mia dedicato alla scuola, al quale partecipano gli assessori all’istruzione Gabriele, Cortese e Rispoli. Nel 2005 inoltre, diviene il responsabile provinciale di Napoli dell'Unione degli Studenti, dove è protagonista di numerose battaglie contro l’allora Ministro dell’Istruzione Letizia Moratti. Nel 2008 partecipa attivamente al movimento studentesco dell'Onda, mentre nel 2009 si iscrive al corso di laurea in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Napoli l’Orientale. Da sempre grande appassionato del mondo radiofonico, nel Febbraio del 2012, è cofondatore con Lorenzo Russo di Radio TIN, evolutosi in seguito nel blog Tin Napoli. Nel Giugno del 2013 collabora con la web radio locale RadioSca, dove conduce quattro appuntamenti di Generazione X, il programma da lui ideato, insieme a Lorenzo Russo. Il 12, 13, 14 e 15 Giugno 2014, prende parte al corso di conduzione radiofonica, presso Radio Crc Targato Italia, con insegnanti Max Poli e Rosaria Renna. Da Aprile 2014 inizia a collaborare con il periodico online Libero Pensiero News, dove dal Settembre dello stesso anno assume l'incarico di coordinatore della sezione locale di Napoli e Provincia. Da Aprile 2015 intraprende la collaborazione con Radio Amore Napoli come inviato. Nel Novembre 2015 è cordinatore del ciclo di seminari ''GIORNALISMO E NUOVA COMUNICAZIONE'' organizzato dalla Testata Giornalistica ''Libero Pensiero News'', insieme all'Unione degli Universitari presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli studi di Napoli Federico II

NESSUN COMMENTO