Dopo lo scandalo che ha visto protagonista la Valente e la lista Ala con la candidatura di due parenti del boss Vincenzo Calone, a creare polemiche, questa volta è “Napoli Capitale” di Lettieri .

Mario Guida, fratello del boss dei Casalesi, si è candidato alla municipalità per il Rione Sanità con la lista Napoli Capitale. La famiglia Guida è considerata come una delle più potenti della Campania.

Luigi Giuda, fratello del candidato Mario, è partito dal basso per crearsi il potente impero a Casal di Principe ed è stato, in particolar,e un personaggio nevralgico durante le trattativa per il traffico dei rifiuti tossici.

Mario Guida non è nuovo alla politica. Nel 2006, dopo pochi mesi dell’arresto del fratello, si candidò alle elezioni comunali di Napoli nelle file di Alleanza Nazionale, riuscendo ad ottenere 574 voti, posizionandosi secondo. A distanza di anni Mario ci riprova ancora con Napoli Capitale.

Il candidato sindaco Lettieri sembrerebbe prendere le distanze da tutta questa storia e il suo staff ha infatti chiarito alcuni aspetti. << La lista Napoli Capitale, presente nella terza municipalità di Napoli, appartiene ad una coalizione diversa e alternativa a quella di Lettieri Sindaco che, viceversa, nella medesima Municipalità, attraverso le liste Lettieri Sindaco, Fare Città e Giovani in Corsa, sostiene Claudio Capuozzo quale Presidente della Municipalità. Già in altre circostanze è stata diffidata la lista Napoli Capitale ad utilizzare il logo Lettieri Sindaco, trattandosi di un utilizzo arbitrario ed illegittimo del logo medesimo e non essendoci alcun collegamento tra la lista medesima e la coalizione Lettieri Sindaco >>. 

 

Maria Baldares 

CONDIVIDI
Classe 1996, nata a Napoli. Laureanda in Scienze della Comunicazione. Ha scritto per diverse testate online e cartacee. Attenta in particolare alle tematiche sociali, si occupa per Libero Pensiero News della sezione Territori.