Salerno ospita la mostra per i 75 anni della Marvel

0
1089

Era il lontano 1939 quando a New York lo sfortunato editore Frank Torpey decise di far stampare un fumetto, chiamato Motion Picture Funnies Weekly. Il protagonista era un suoperuomo, con un costume da bagno e le orecchie a punta, principe di Atlantide e nemesi del mondo in superficie, noto come Principe Namor o con il suo nome in codice, Sub-Mariner.

Il disegno di William Blake Everett ebbe, però, uno scarso successo ma riuscì comunque a suscitare un qualche interesse e, in particolare, quello di Martin Goodman, proprietario della Western Fiction Publishing, che aveva già tentato di attirare l’attenzione dei lettori statunitensi con riviste sportive, cinematografiche e di narrativa.

L’editore contattò Torpey per rilevare la sua attività, prendendo anche tutto il materiale già prodotto, compresa la rivista pubblicata di Sub-Mariner, a cui però cambiò nome. Era il lontano 31 agosto 1939 e la Marvel Comics iniziava a muovere i suoi primi passi, pubblicata sotto il marchio di Timely Comics.

In seguito, il personaggio di Sub-Mariner, con al suo fianco lo strano personaggio Angel e l’androide Torcia Umana, fu ripresentato, in seguito si unì anche Captain America e altri personaggi minori ma era ancora troppo presto per parlare di Universo Marvel.

Il salto di qualità, infatti, lo si ebbe qualche anno dopo, quando il nipote di Goodman, Stanley Lieber iniziò a lavorare per lo zio, facendo gavetta per i cartoonist e solo dopo prendendo il nome famoso ancora oggi: Stan Lee. Solo nel 1961, quindi, c’è una vera e propria svolta, con la nascita dei personaggi a cui oggi siamo abituati: l’Uomo Ragno, Devil, Hulk, X-Men e i Fantastici Quattro.

Sono passati, quindi, 75 anni dalla nascita della Marvel Comics e a Salerno si è deciso di allestire la mostra “L’incredibile Marvel”, il 1 luglio a Palazzo Fruscione. Fino al 7 agosto, il palazzo del centro storico renderà omaggio alla casa editrice, presentando un excursus di tutta la produzione in collaborazione con la Panini Comics.

Per emozionare i fan, ci saranno tantissime tavole originali, il percorso sarà diviso per sezioni e la parte forse più interessante sarà quella cronologica-storica, completa dell’analisi dei personaggi Marvel più famosi, e un’ampia sezione dedicata ai fumettisti italiani che lavorano per la casa americana. Durante tutto il mese in cui sarà allestita la mostra, ci saranno anche dei collezionisti, come Francesco Bazzana, Enrico Salvini e Massimo Cuomo, che parteciperanno agli eventi previsti per discutere dell’Universo Marvel.

Elena Morrone

NESSUN COMMENTO