Fantabreak Euro 2016: chi schierare e chi no?

0
268
EuroFantabreak

Salve a tutti, amici e fan di Fantabreak. Per gli Europei non daremo consigli partita per partita come già abbiamo fatto per la Serie A, ma diremo chi schierare e chi no. Sicuramente almeno per la prima giornata, bisogna schierare tutti i giocatori titolari dei padroni di casa,  i francesi, ed evitare gli avversari rumeni. Quindi almeno per la prima, Francia vs Romania, c’è il divieto di schierare Tatarusanu, seppur buona conoscenza della Serie A, a favore di Griezmann e Giroud.

Lasciando stare l’introduzione a favore dei padroni di casa, passiamo ai consigli sommari, partendo con un consiglio riguardo una vecchia conoscenza della Serie A, cioè Marko Arnautovic, sperando che si ottenga una sufficienza “sicura”. Bisogna schierare il difensore centrale Vermaelen del Belgio, affinché si onorino anche le richieste arrivate all’Arsenal dalla dirigenza del Napoli. Sponda Belgio si consiglia anche Witsel. Da schierare anche i merengues Cristiano Ronaldo e Gareth Bale, anche perché come rinunciare a chi è campione europeo in carica ma versione club. Grande fiducia anche a quasi tutta la Croazia, che a nostro parere sarà il vero EuroFantabreak.

Per quanto riguarda i nostri Azzurri, ci sono molti dubbi riguardo lo schierare in blocco l’ormai affidabile difesa italiana/juventina, dato che il Belgio lì davanti fa paura, con i consigliati De Bruyne, Lazard e Origi, i primi due molto veloci quindi creeranno qualche fastidio ai nostri esterni difensivi. Non solo negativo per  gli azzurri, dato che consigliamo Pellè, che sarà forse il vero Fantabreak italiano, mentre se sarà confermata anche la sua presenza, Parolo è da schierare. Restando nella zona centrocampo, scontato è il consiglio per quello spagnolo, mentre come EuroFantabreak, almeno per i gironi, consigliamo il nordirlandese Kyle Lafferty, che a nostro parere sarà il tipico “colui che non ti aspetti”, scomodando il gallo Belotti per un paragone con i nostri oscar di Serie A.

Eugenio Fiorentino

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteFinals, Cleveland risorge in casa
Articolo successivoIl Mondo in Questione: nuovo Presidente in Perù, attentato a Tel Aviv, riprende la produzione nucleare in Corea
Eugenio Fiorentino, nato il 3/2/1992 a Napoli, dove ho sempre vissuto. Ho frequentato le scuole presso l'istituto Suore Bethlemite ed ho poi conseguito la licenza liceale presso il X Liceo Scientifico Statale, Elio Vittorini. Sempre promosso a pieni voti. Nel 2010 mi sono iscritto all'istituto Suor Orsola Benincasa, alla facoltà Scienze delle Comunicazioni, conseguendo i primi esami fino al settembre 2011, data in cui a causa di un gravissimo incidente subito ho interrotto gli studi. Dopo un lungo periodo riabilitativo, che tutt'ora sto sostenendo, ho ripreso gli studi nel 2014, conseguendo anche il passaggio al primo esame: Informazione e cultura digitale. Ho praticato molti sport, tra i quali nuoto e calcio a livello agonistico. Ho anche grandi passioni riguardo Musica, Calcio e Motociclismo, ma ultimamente ho avuto modo di apprezzare, anche per vicende personali, tutto l'ambito della riabilitazione neuro-motoria, che è un campo in grande crescita ed espansione.

NESSUN COMMENTO