Italia, c’è Ventura!

0
612
Foto LaPresse - Jennifer Lorenzini 15/05/2016 Empoli ( Italia) Sport Calcio Empoli - Torino Campionato di Calcio Serie A TIM 2015 2016 - Stadio "Carlo Castellani" Nella foto: l'allenatore Giampiero Ventura Photo LaPresse - Jennifer Lorenzini 15 May 2016 Empoli ( Italy) Sport Soccer Empoli - Torino Italian Football Championship League A TIM 2015 2016 - "Carlo Castellani" Stadium In the pic: coach Giampiero Ventura

È un periodo davvero felice quello che sta vivendo Giampiero Ventura. Proprio pochi giorni fa infatti ha sposato la sua compagna Luciana, e recentemente è arrivata anche la conferma di una notizia che era già nell’aria da qualche tempo: è il nuovo tecnico della Nazionale Italiana di calcio. Il tecnico genovese ha firmato un contratto biennale, con uno stipendio netto da più di un milione a stagione. Lascia dopo cinque stagioni il Torino, non senza l’emozione di chi ha dato tutto per la maglia granata, togliendosi anche la soddisfazione di riportare i piemontesi dopo moltissimi anni a rigiocare una manifestazione continentale, l’Europa League.  La missione primaria sarà quella di trascinare l’Italia ai Mondiali in Russia del 2018, obiettivo sicuramente alla portata di una Nazionale che ha bisogno di ritrovare lo spirito, la voglia, ma soprattutto le motivazioni di un tempo, che ci hanno portato a raggiungere dei risultati storici. Ed è proprio per tali ragioni che la scelta della FIGC e del Presidente Carlo Tavecchio è ricaduta sul tecnico ligure, che ha la fame di essere un consumato scopritore di talenti, ma soprattutto di essere un allenatore che punta molto sull’amalgama del suo gruppo di lavoro. D’altro canto, il sessantottenne ligure ha affermato in tempi non sospetti che fare calcio per lui “è una libidine”, per cui la scelta non poteva che essere azzeccata, viste le premesse forti su cui si fonda. Per ora inizierà sicuramente a visionare la sua futura squadra, impegnata almeno per il mese di giugno agli Europei in Francia, in attesa del primo impegno ufficiale, fissato dal calendario alla data del 1 settembre prossimo, e che vedrà l’Italia volare in Israele per affrontare la nazionale locale.

Ad una attenta valutazione, una persona che ha vissuto tante stagioni intense in altrettante piazze caldissime (Napoli, Cagliari, Torino, solo per citarne alcune) e che ha percorso la cosiddetta “gavetta”, è la migliore che potesse essere scelta, proprio perché ha vissuto esperienze diverse, e dalle quali potrà essere tratto qualcosa in termini di  valori tecnici e sportivi che saranno sicuramente importantissimi per la Nazionale Italiana. Non c’è ombra di dubbio, l’Italia non poteva finire in mani più sicure.

Luca Orefice

NESSUN COMMENTO