Rinvenuto il corpo di un soldato tedesco a Salerno

0
1450

Il corpo di un soldato tedesco caduto durante la seconda guerra mondiale è stato rinvenuto fra le frazioni di Capezzano e Coperchia, a Salerno. 

imageLa mattinata del 18 Giugno è stata segnata da un particolare accaduto che ha visto lAssociazione Salerno 1943 annunciare il ritrovamento del corpo di un soldato tedesco caduto durante il secondo conflitto mondiale. Il rinvenimento è avvenuto su una collina tra Capezzano e Coperchia, frazioni appartenenti al comune di Pellezzano, a Salerno. È stato subito segnalato alla compagnia dei carabinieri di Mercato San Severino, addetti a curare le indagini unitamente all’associazione Salerno 1943 che da anni si occupa di rinvenire all’interno del territorio campano, i resti di militari caduti in guerra. L’associazione da una prima analisi, ha reso nota la presunta identità del soldato che giaceva lì da ben 73 anni, grazie al rinvenimento accanto al suo scheletro, di alcuni resti di una bomba a mano e di una piastrina identificativa ancora leggibile.

(ANSA) - SALERNO, 18 GIU - Il corpo di un soldato tedesco caduto durante la Seconda Guerra Mondiale è stato scoperto oggi su una collina di Salerno, tra Capezzano e Coperchia. Ad individuarlo, i membri dell'associazione Salerno 1943. Il giovane fu colpito a morte - probabilmente dilaniato da una granata di artiglieria - su una collina che fu teatro di un combattimento durante l'operazione Avalanche. La battaglia per la conquista di questa posizione strategica si svolse in due riprese fra il 23 e il 25 settembre 1943.

Le ipotesi che sono state fatte hanno chiarito che probabilmente, il soldato, combattente della seconda guerra mondiale,  abbia perso la vita a causa di una una granata di artiglieria e la giacenza del suo corpo su quella collina, non è casuale. Storicamente, infatti, essa è stata territorio di scontro dell’operazione Avalanche (o sbarco di Salerno) che fu un’operazione di sbarco anfibio messa in atto dalle forze alleate lungo le coste del golfo di Salerno il 9 settembre 1943. La collina in questione, era oggetto di conquista per una posizione strategica e fu teatro di scontro il 23 e il 25 Settembre del 1943.

Dalla piastrina, su cui è inciso: «2./Inf. Ers. Btl.50 5459 B», l’associazione Salerno 1943 è riuscita a risalire alla presunta identità militare del soldato. Si tratterebbe di un panzergrenadier, rimpiazzo della 2a compagnia del 50.mo battaglione di fanteria, il suo numero di matricola era 5459, il gruppo sanguigno B. Tali dati hanno confermano che si tratta di un militare della Wehrmacht.

A distanza di più di 70 anni, il territorio Salernitano restituisce un nuovo pezzo di storia. Il ritrovamento avvenuto oggi, difatti, non è il primo. L’associazione Salerno 1943 ha rivenuto già 6 corpi di militari caduti sul campo di battaglia dell’operazione Avalanche in territorio campano.  Nel 2014 i volontari scoprirono nella stessa zona i resti di 2 soldati inglesi per i quali sono in corso le ricerche sul Dna da parte delle autorità britanniche per poterli identificare. In precedenza erano stati recuperati, uno a Croce di Cava e uno a Giovi, 2 caduti tedeschi, identificati in seguito come Wilhelm Hescnauer e Walter Prochel. Infine nel novembre del 2014, vennero recuperate sul monte Accellica le spoglie dell’aviatore statunitense Dewey L. Gossett. (fonte:LaCittà)

Successivamente all’accaduto sono state avvisate sia le forze dell’ordine italiane sia le autorità tedesche. Attualemente sono in corso le analisi per poter dare un’identità precisa al soldato e una degna sepoltura.

Federica Pia Mendicino

NESSUN COMMENTO