La mantide orchidea, la regina del camouflage

0
1302

La Hymenopus coronatus, chiamata più comunemente mantide fiore o mantide orchidea, è un insetto pterygota che vive nelle lussureggianti foreste tropicali del Sud-Est Asiatico noto per la sua straordinaria capacità di mimetizzarsi con la natura imitando le parti del fiore di orchidea.

Questa specie è caratterizzata da una colorazione brillante e da una struttura molto fine adatta per il camouflage ed è in grado di cambiare il suo colore passando dal rosa al marrone a seconda dello sfondo. Le zampe sono simili a petali e nella parte superiore dell’addome si notano una serie di striature longitudinali brunastre. A metà del torace si sviluppa una sottile banda verde che spezza la sagoma corporea in due irriconoscibili parti di materia vegetale.

Essa è carnivora e si nutre soprattutto di altri insetti. Grazie al sua abilità nel mimetismo le prede la scambiano per un fiore e si appoggiano su di lei in cerca di nettare. Non appena giunge il momento opportuno la mantide orchidea si aggrappa con le zampe anteriori dentate alla parte posteriore della vittima e oscillando da un lato all’altro la ingerisce.

Questa astuta strategia predatoria fu notata per la prima volta nell’Ottocento dal naturalista Alfred Russel Wallace, ma venne approfondita solo circa un secolo dopo dal professor O’ Hanlon, dalla professoressa Marie Herberstein della Macquarie University di Sidney e dal professor Gregory Holwell della University of Auckland.

I tre ricercatori hanno organizzato una spedizione in Malesia per verificare le veridicità della teoria di Wallace. Nel corso delle loro osservazioni O’Hanlon e colleghi sono giunti alla conclusione che le mantidi orchidee sono gli unici insetti che riescono a mimetizzarsi perfettamente tra 13 tredici specie di fiori selvatici diversi grazie al loro colore brillante. Entusiasti del loro lavoro gli scienziati sperano di condurre altre ricerche per giungere ad altre importanti conclusioni su questo affascinante e letale insetto.

Vincenzo Nicoletti

NESSUN COMMENTO