China Cup: ecco il nuovo torneo per nazionali

0
359
China Cup

Nasce in Cina il nuovo torneo riservato alle nazionali di calcio: la China Cup.

La manifestazione sportiva, creata per volontà del colosso cinese Dalian Wanda, ha ricevuto finalmente l’ok dalla Fifa per essere organizzata. L’evento si disputerà ogni anno esclusivamente in Cina. La prima edizione è prevista per il 2017 (9-16 gennaio) nella città di Nanning e vedrà la partecipazione, oltre dei padroni di casa, di altre tre nazionali asiatiche. L’obiettivo della nuova competizione è quella di estendere l’invito anche alle compagini europee e americane già dal 2018, cercando di raggiungere quota otto partecipanti e creare cosi un interesse di caratura mondiale.

La Dalian Wanda, che possiede il 20% delle azioni dell’Atletico Madrid oltre alla maggioranza delle quote di Infront (società che gestisce i diritti mediatici dei maggiori eventi internazionali), riesce così nell’intento di creare una sorta di ‘Mundialito’, dopo aver tentato di dar vita ad una competizione europea, allargata a tutti i migliori club del vecchio continente, in contrapposizione alla Champions League. Se la nascita di una nuova coppa europea è stata fortemente contrasta dalla Uefa, la creazione  di questo nuovo torneo per nazionali è stato agevolato anche dal fatto che il colosso cinese è uno dei main sponsor della Fifa.
Ormai i protagonisti della scena del calcio mondiale non possono altro che osservare lo strapotere non solo finanziario che la Cina sta mostrando nell’ultimo periodo. Ricordiamo che il massimo campionato cinese, la Chinese Super League, è fonte di attrazione per molti campioni che giocano in Europa e Sud America. Grazie anche a contratti faraonici hanno deciso di intraprendere questa nuova avventura calciatori del calibro di Alex Teixeira, Jackson Martinez, Ramires; mentre nelle ultime settimane si sono registrati gli arrivi dell’attaccante della nazionale brasiliana, Hulk (allo Shanghai SIPG), e del nostro Graziano Pellè, acquistato dallo Shandong Luneng.

MONDIALE – Il progetto della China Cup, fortemente voluto da Wang Jianlin, capo della Dalian Wanda, fa parte di un contesto più ampio per lo sviluppo del movimento calcistico in Cina. La creazione di numerose Academy, una più stretta collaborazione con altre federazioni calcistiche, l’introduzione della materia calcistica nelle scuole, sono solo alcuni elementi che evidenziano come la Cina stia facendo il possibile per colmare il gap con le altre nazionali. Ricordiamo che la rappresentativa cinese è attualmente 81esima nel ranking FIFA e manca dalla fase finale di un mondiale dal 2002. Proprio la Coppa del Mondo è l’obiettivo dichiarato dalle più alte cariche calcistiche e non della Cina: organizzare e magari vincere un mondiale sono i traguardi prefissati fra qualche anno e chissà che non dovremmo aspettare ancora molto.

CONDIVIDI
Articolo precedente46esima edizione per il Giffoni Film Festival
Articolo successivoCardarelli, chiude reparto di terapia del dolore
Laureando in Scienze Politiche presso l’Università degli studi di Napoli Federico II, amo la storia e nutro un profondo interesse per la politica e la geopolitica. Lo Sport è la mia passione, il Calcio la mia vita, conoscere e raccontare le sue storie più belle il mio obiettivo.

NESSUN COMMENTO