Chi prima non pensa, dopo sospira! Al Sachsenring vince Marquez

Al Sachsenring vince Marquez. Secondo Crutchlow e terzo Dovizioso dopo un bello scontro con Redding. Dramma Rossi da primo ad ottavo.

0
410

Doveva essere la gara della rivincita, della rivalsa per Valentino Rossi. Il Sachsenring ha confermato la straordinaria potenza di Marc Marquez. Secondo Crutchlow seguito da uno straordinario Dovizioso, protagonista di uno straordinario duello Scott Redding. Ottavo il Dottore, quindicesimo Lorenzo.

Gara-  E’ un Rossi che sul bagnato non riesce più a vincere. Straordinario il suo week end pre-gara con un terzo che aveva fatto ben sperare, contro la stratosferica pole del solito Marquez. Gara spezzata in due come ad Assen e che ricorda vagamente quella di Misano 2015. Come a Misano Rossi se la gioca inizialmente. La sua è una partenza brillante. Se la gioca con Dovizioso fino al fatidico cambio gomma. Marquez, che esce fuori pista perdendo qualche secondo nella prima parte di gara, lo anticipa. Le gomme vanno e lo spagnolo vince.  Dal cambio gomme Rossi inizia a perdere posizioni, lasciando spazio a Marquez,Crutchlow,Redding e Dovizioso. Lo spagnolo della Honda ne approfitta e vince il gp del Sachsenring. Lo segue Crutchlow . Le Ducati di Redding e Dovizioso danno vita ad un grandissimo finale, con un emozionante duello, che vede prevalere con merito l’Italiano.

Rossi- A tirar troppo la corda finisce che si spezza. Rossi sbaglia strategia. Ripete lo stesso errore di 10 mesi fa a Misano. Il rientro oltre a fargli perdere la prima posizione in favore di un Marquez (uscito fuori circuito nella prima parte di gara) comporta un problema tecnico che gli costa l’ottava posizione. Rossi, intervistato a fine gaa, fa il mea culpa :  “Io e Dovizioso eravamo davanti , avevamo un buon passo e quindi era difficile rientrare, al contrario di Marquez. Se potessi tornare indietro sarei ripartito con le slick, ma sulla carta avremmo fatto ancora più fatica. In queste situazioni di cambio gomme io non sono molto bravo e anche la moto era davvero difficile da guidare. E’ un peccato perché se la gara fosse stata asciutta avrei potuto lottare per la vittoria, così come se la gara fosse stata tutta bagnata. Invece in queste condizioni ho chiuso solo ottavo. “Colpa anche della moto che ad un certo punto sembrava non spingesse più :”Più che la strategia, il punto dolente è che sono rientrato in pista con Dovizioso e Crutchlow e alla ripartenza andavo davvero piano e facevo molta fatica a mandare in temperature le gomme. Dobbiamo capire se la cosa è legata alle intermedie e se con le slick sarebbe andato diversamente. In questi casi, dopo il cambio moto io non sono troppo bravo e neppure la nostra moto va molto bene. Peccato, eravamo competitivi sull’asciutto e in condizioni completamente bagnate potevo lottare per la vittoria, mentre così abbiamo soffert” 

Marquez-  Aggressivo, freddo e previdente. Marquez vince il gran premio tedesco, come a Misano, con la prevenzione. Parte male.Anticipa il cambio-moto di qualche giro, consapevole del progressivo asciugamento della pista. E poi vola verso una vittoria che lo porta a +52 e + 53  punti sugli inseguitori Lorenzo e Rossi. “La strategia è stata importante, ma ho anche fatto un errore all’inizio perché ho scelto una gomma sbagliata. Jorge e Valentino partivano con la supersoft e allora ho scelto anch’io di optare per quella, ma non andava bene per me. Sul bagnato ero al limite e quando ho visto che la pista si asciugava ho capito che ci sarebbe stato il flag to flag. Forse era un po’ presto per le slick, ma ho gestito bene all’inizio e alla fine era completamente asciutto. Sulla scelte delle slick eravamo già d’accordo con il team, perché le intermedie portano solo confusione, invece il rientrare ai box è stata una mia decisione perché è il pilota che sa cosa succede in pista. In questa prima parte di stagione non sono stato il più veloce, ma il più costante, va bene così […]Sono onesto, non sono stato il più veloce in questa prima parte di campionato ma ho raccolto punti importanti. Nella seconda parte dovrò badare soprattutto a stare attento”. Adesso Marq approfitterà della pausa di un mese per riposare e per tornare più carico e forte che mai, consapevole del fatto, che nonostante il riguardevole vantaggio il campionato è ancora lungo.

Crutchlow : Soddisfatto anche la medaglia d’argento Crutchlow che già nel week end aveva avuto sensazioni positive: “Ero veloce anche sull’asciutto, ieri l’avevo detto che ero tra i primi 4-5 e oggi lo ripeto per chi non mi credeva. Non tutti hanno avuto il coraggio di fare certe scelte, bisognava tenere la testa giù in una gara così lunga e io ho seguito quelli che mi stavano davanti, li ho ripresi, ho superato Dovizioso e Rossi. Insomma ho preso un azzardo

Dovizioso:  Bella ed entusiasmante la prova del Dovi, che, dopo aver tenuto testa ad un grande Rossi e dopo il suo conseguente rientro tardivo ai box, recupera e supera il ducatista Scott Redding:” Quando sei davanti fai fatica a controllare la situazione dei piloti dietro, io ero solo concentrato ad andare il più forte possibile senza consumare le gomme. Per questo non sono stato lucido al 100% e non sono rientrato ai box due giri prima. Forse avrei potuto giocarmi la vittoria. Non guardiamo però solo gli aspetti negativi, al Sachsenring ho sempre fatto fatica e invece oggi vado a casa con un podio”

Lorenzo: Cosa sta accadendo a Jorge Lorenzo? 7 punti nelle ultime 3 gare. Dopo il grande boom iniziale, Lorenzo al Sachsenring non riesce ad andare oltre la quindicesima piazza (peggior risultato in carriera) :” Dopo il warm up era chiaro che oggi non sarei stato in grado di lottare con i top rider ma alla fine in gara sono riuscito a girare più forte rispetto alla mattina. Quando la pista ha iniziato ad asciugarsi però ho iniziato a perdere posizioni perché non mi sentivo sicuro, non sentivo l’anteriore e non avevo feeling neanche in frenata e nelle curve. Poi quando il team mi ha detto di rientrare l’ho fatto ed ho cambiato la moto. Purtroppo era troppo tardi e così non sono riuscito a recuperare posizioni in classifica”

Fonte immagine in evidenza:www.vavel.com

Giovanni Ruoppo

NESSUN COMMENTO