Luigi De Magistris, ecco la squadra che lo accompagnerà

0
1125
migranti

“Habemus la giunta comunale”.  Si è riunito ieri il primo consiglio comunale e il neo Sindaco di Napoli – Luigi De Magistris – ha annunciato, dopo il giuramento, la squadra che lo accompagnerà in questi rinnovati 5 anni di mandato.

Luigi De Magistris ha affidato: A Raffaele Del Giudice, vicesindaco della città di Napoli, vanno le deleghe all’Ambiente, rifiuti, igiene della città, parchi e giardini, protezione civile e sicurezza abitativa, edifici storici, rapporti con le Municipalità, coordinamento funzionale delle partecipate; Ciro Borriello, assessore allo Sport, con deleghe a sport, impianti sportivi, pubblica illuminazione, impianti energetici, cimiteri, gestione del patrimonio, demanio, autoparchi; Mario Calabrese, assessore alle infrastrutture, Lavori pubblici e Mobilità con deleghe alle infrastrutture, coordinamento dei grandi progetti, coordinamento per la realizzazione di lavori e opere pubbliche, mobilità urbana, metropolitane, trasporto pubblico locale, parcheggi, strade, suolo e sottosuolo, acqua pubblica e ciclo integrato delle acque, Smart city, impianti tecnologici coordinamento delle partecipate operanti nei settori di competenza; Alessandra Clemente, assessore ai giovani con delega ai giovani e politiche giovanili, creatività e innovazione, start up, immagine e promozione della città, toponomastica, educazione La legalità, centro uni o degli acquisti, trasparenza amministrativa, sicurezza urbana e polizia municipale; Gaetano Daniele: assessore alla Cultura e al Turismo, con delega a turismo, biblioteche ed archivi; Roberta Gaeta, assessore al Welfare, con delega a politiche sociali, migranti, famiglia e politiche familiari, pianificazione e attuazione del piano socio sanitario, rapporti con enti di programmazione e gestione dei servizi sanitari, tutela della salute, tutela degli animali,coordinamento delle partecipate nei settori di competenza; Salvatore Palma, assessore al Bilancio e alla Finanza, con delega a bilancio, programmazione economica, finanziamenti europei, investimenti e mutui, controllo della spesa, risorse strategiche, politiche di direzione, coordinamento e controllo delle società partecipate, di concerto con gli assessori competenti; Annamaria Palmieri, assessore alla Scuola e all’Istruzione, con delega a scuola, istruzione, asili nido, impianti tecnologici, diritto allo studio, lotta alla dispersione scolastica, attuazione integrazione scolastica per i bambini diversamente abili dei migranti e dei bisogni dei bambini speciali, Pes, città dei bambini, progetti speciali per l’infanzia; Enrico Panini, assessore alle Crisi, alle Attività produttive e al Personale, con deleghe al lavoro, sviluppo economico, commercio, artigianato, pubblicità e affissioni, tutela dei consumatori, polizia amministrativa, impianti tecnologici, politiche per la casa, personale, avvocatura, statistica, anagrafe, stato civile, servizio elettorale, protocollo e archivio, censimenti, informatizzazione, rapporti con il Consiglio comunale, partecipate per i settori di competenza; Carmine Piscopo, assessore al diritto alla città, politiche urbane, paesaggio e beni comuni con delega alle politiche urbane, allo spazio pubblico urbano, urbanistica, centro storico e sito Unesco, coordinamento delle politiche e delle azioni per il territorio, valorizzazione del patrimonio, impianti tecnologici, beni comuni, democrazia partecipativa, edilizia pubblica, edilizia privata, antiabusivismo edilizio, coordinamento delle partecipate per gli ambiti di competenza; Daniela Villani: assessore alla Qualità della Vita, Pari Opportunità, con delega alla riqualificazione urbana, aree abbandonate, made in Naples, nuove centralità, diritto all’integrazione, terra e agricoltura, mare, politiche di contrasto alle violenze di genere. Le rimanenti deleghe restano, invece,  al primo cittadino: Promozione della pace; cooperazione decentrata; beni confiscati; attuazione del programma politico; autonomia della città; neo-municipalismo; difesa e attuazione della Costituzione; relazioni ed eventi internazionali; città metropolitana.

Durante il consiglio comunale il sindaco Luigi De Magistris ha dichiarato: “ Ci dobbiamo interrogare su quello che sta accadendo nel mondo. Una città come Napoli che non si vuole piegare ai bombardamenti, alle guerre, all’Europa della banche si deve interrogare e nei prossimi 5 anni Napoli rafforzerà le politiche della solidarietà, dell’amore e dell’accoglienza”.

NESSUN COMMENTO