Giovedì 21 Luglio ” Un Popolo in Cammino “,  insieme alle numerose realtà sociali attive sul territorio e ai cittadini si riunirà in presidio alle ore 9.30 presso la Prefettura.

Lo scopo del presidio organizzato da ” Un Popolo in Cammino ” è quello di chiedere alle istituzioni di affrontare seriamente il  problema camorra. La situazione è preoccupante. In soli 18 mesi le nostre strade si sono macchiate del sangue di 70 vittime di camorra, molte delle quali erano innocenti. La camorra è un cancro e come tale ha bisogno di essere sconfitto. In questa “partita” un ruolo fondamentale lo giocano le istituzioni. Si necessita di un piano che investa sul lavoro, scuola e sicurezza, eliminando dunque quelli che sono i terreni fertili su cui agisce la camorra.

Chiediamo alle istituzioni, in particolare al Governo nazionale, di essere all’altezza della risposta che il popolo di Napoli sta dando in questi mesi: Napoli si sta ribellando alle camorre ma non può essere lasciata sola. Il Governo deve stanziare fondi straordinari e strutturali per sconfiggere le camorre.Perché, come diciamo da mesi, le camorre si sconfiggono soprattutto con il lavoro, la scuola e la sicurezza sociale” – spiegano in una nota gli organizzatori e concludono: ” Noi abbiamo le nostre proposte e delle richieste precise, costruite in questi mesi di mobilitazione e di partecipazione in decine di riunioni e assemblee. Ci aspettiamo che anche la politica e le istituzioni avvertano lo stesso senso di urgenza che avvertiamo noi: c’è una generazione di questa città che sta morendo, schiacciata tra le camorre e lo sfruttamento. Bisogna fare presto“.

 

 

https://www.facebook.com/events/245550315832182/

Maria Baldares 

CONDIVIDI
Classe 1996, nata a Napoli. Laureanda in Scienze della Comunicazione. Ha scritto per diverse testate online e cartacee. Attenta in particolare alle tematiche sociali, si occupa per Libero Pensiero News della sezione Territori.