Incendio doloso nel campo rom di Casalnuovo. Parla il primo cittadino Massimo Pelliccia.

“Terminata l’installazione delle centraline mobili Arpa per il monitoraggio della qualità dell’aria. Queste sono state posizionate all’interno dell’isola ecologica di via Buccafusca per tenere sotto controllo i dati relativi alla qualità dell’aria nei pressi dell’incendio nel campo rom. Questo macchinario permetterà a tutti noi di avere dati costanti e certi circa la presenza di inquinanti nell’aria. Ad incendio quasi spento, siamo costretti a constatare che purtroppo avevamo ragione noi. Abbiamo ripetutamente segnalato alla vicina città di Afragola la necessità di intervenire sul campo nomadi, uno dei più grandi della zona. A questo si uniscono le segnalazioni fatte dai nostri gruppi di maggioranza ed anche le segnalazioni continue dei cittadini. Nonostante il campo rom insista per intero sul territorio afragolese abbiamo lavorato tutta la notte per garantire la sicurezza e la salvaguardia della salute dei cittadini. Ed è in questa direzione che continueremo a muoverci. Non intendiamo però in alcun modo subire ulteriore danni dovuti alle inadempienze delle città limitrofi. Ci auguriamo che tutta l’area venga posta sotto sequestro in modo da impedire nuovi insediamenti ed il perpetuarsi di situazioni di disagio. Voglio ribadire, inoltre, che i nostri controlli avviati alcune settimane fa erano finalizzati proprio a questo, al controllo dei rifiuti di vario tipo che a tutte le ore del giorno e della notte venivano introdotti all’intero del campo e che potevano facilmente essere incendiati. Alla magistratura il compito di accertare la verità, noi chiederemo in tutte le sedi opportune pene esemplari”.

https://www.facebook.com/Massimo-Pelliccia-Sindaco-1586551834952164/

Maria Bianca Russo

 

NESSUN COMMENTO