Bryant e Totti, le ultime bandiere rimaste

0
358

“Cosa hanno in comune, Francesco Totti e Kobe Bryant?” La risposta più facile sarebbe: il loro sponsor tecnico, cioè la Nike. Bé, non è solo quello, c’è molto di più. Soprattutto in questo periodo “nero” per lo sport, in cui non ci sono più pilastri ma semplici bandiere spinte dal vento del dio danaro, dato che dietro le loro passioni c’è tanto amore e tanta fedeltà ad una sola maglia. 

Ma tornando ai due grandi campioni, come detto di mezzo c’è lo sponsor che talvolta inscena eventi promozionali in cui è richiesta la presenza di almeno uno di loro. Fortuna ha voluto che venerdì entrambi i campioni sedessero l’uno al fianco dell’altro, ed ambedue raccontassero delle loro esperienze sportive e di vita, promuovendo il proprio sport e soprattutto invogliare a far nascere nei giovani d’oggi la vera passione che spinge il diventar campioni. Anche perché per affermazione di Francesco Totti, entrambi sono campioni nello sport perché “ci accomuna la voglia di divertirsi e far divertire”. Ragionando così anche il cestista ha mutato il pensiero riguardo il basket, poiché prima era un’ossessione per poi trasformarsi in passione. Entrambi ritengono che questo passaggio sia fondamentale e dev’essere compiuto anche dai ragazzini, perché solo così può guarire lo Sport. Anche perché restando nel tema della giornata, i sentimenti che spingono ora verso lo Sport fanno un baffo a quelli veri che hanno guidato i due campioni. Quindi lo scopo di quest’ilare incontro è mirato soprattutto all’educare i ragazzi con esempi di due grandi campioni, che sono diventati tali grazie soprattutto ai loro veri sentimenti.

Oltre il valore della fedeltà, i due campioni hanno dimostrato, con quest’evento, di saper essere anche molto simpatici, ed ancor di più ambiziosi, dato che i due hanno tanti progetti per il loro prossimo futuro. Ma lo spiraglio “allenatore” è sempre aperto per entrambi, soprattutto per Totti.

Eugenio Fiorentino

CONDIVIDI
Articolo precedentePopulismo: cosa significa realmente?
Articolo successivoNuovo singolo del talento nocerino Skaell
Eugenio Fiorentino, nato il 3/2/1992 a Napoli, dove ho sempre vissuto. Ho frequentato le scuole presso l'istituto Suore Bethlemite ed ho poi conseguito la licenza liceale presso il X Liceo Scientifico Statale, Elio Vittorini. Sempre promosso a pieni voti. Nel 2010 mi sono iscritto all'istituto Suor Orsola Benincasa, alla facoltà Scienze delle Comunicazioni, conseguendo i primi esami fino al settembre 2011, data in cui a causa di un gravissimo incidente subito ho interrotto gli studi. Dopo un lungo periodo riabilitativo, che tutt'ora sto sostenendo, ho ripreso gli studi nel 2014, conseguendo anche il passaggio al primo esame: Informazione e cultura digitale. Ho praticato molti sport, tra i quali nuoto e calcio a livello agonistico. Ho anche grandi passioni riguardo Musica, Calcio e Motociclismo, ma ultimamente ho avuto modo di apprezzare, anche per vicende personali, tutto l'ambito della riabilitazione neuro-motoria, che è un campo in grande crescita ed espansione.

NESSUN COMMENTO