Fantabreak: sarà dura vincere il peso del cognome blasonato?

0
243
dipendenza

Cari fan di Fantabreak, in questa puntata estiva vi raccontiamo del caso dei “figli di….” volti alla conquista della Serie A, forse non subito da titolari, ma da scommesse fantacalcistiche, ovvero gli ormai famosi Fantabreak.

Calza a pennello un cognome molto famoso all’ombra del Duomo milanese, ovvero quello di Simone Andrea Ganz, dato che il figlio del famoso Maurizio, dopo aver compiuto la lunga trafila giovanile nel Milan e svezzatosi nel “calcio dei grandi” con il Como, approda alla migliore attualmente squadra italiana, ovvero la Juve, dove potrà apprendere il meglio da due mostri del calcio, quali Higuaìn e Dybala, che saranno spesso plurimpegnati tra campionato, coppe europee e nazionali, e potrebbero lasciare il posto adeguato al giovane meneghino. Altro esempio è quello di Federico Di Francesco, figlio del tecnico più ricercato in Serie A, Eusebio. Forse sarà proprio lui a sorprendere, dato che arriva al Bologna, dove si potrebbero incontrare meno pressioni. La notizia fondamentale sarà l’incertezza della lista in cui potrebbe essere inserito, data la grande duttilità e soprattutto elevata tecnica testimoniata alle 8 reti, qualcuna anche bella a vedersi, messe a segno nella sua prima esperienza tra i “grandi” e possiamo trovarlo tra i centrocampisti nonostante giochi in attacco, falsando in positivo i fantamoduli.

Concludiamo ricordandovi che il loro ruolo nelle società, sarà quello di rincalzi, ma un posticino per loro è consigliato! Questo è solo uno dei primi consigli che vi daremo per le aste precampionato. Oltre che augurarvi il consueto buon Fantabreak a tutti, vi diamo un ordine: avanti linea verde italiana!

Eugenio Fiorentino

CONDIVIDI
Articolo precedenteGermania: colpisce a morte donna incinta con machete, profugo siriano fermato da un civile
Articolo successivoLa NBA contro le discriminazioni: niente All-Star Game 2017 a Charlotte
Eugenio Fiorentino, nato il 3/2/1992 a Napoli, dove ho sempre vissuto. Ho frequentato le scuole presso l'istituto Suore Bethlemite ed ho poi conseguito la licenza liceale presso il X Liceo Scientifico Statale, Elio Vittorini. Sempre promosso a pieni voti. Nel 2010 mi sono iscritto all'istituto Suor Orsola Benincasa, alla facoltà Scienze delle Comunicazioni, conseguendo i primi esami fino al settembre 2011, data in cui a causa di un gravissimo incidente subito ho interrotto gli studi. Dopo un lungo periodo riabilitativo, che tutt'ora sto sostenendo, ho ripreso gli studi nel 2014, conseguendo anche il passaggio al primo esame: Informazione e cultura digitale. Ho praticato molti sport, tra i quali nuoto e calcio a livello agonistico. Ho anche grandi passioni riguardo Musica, Calcio e Motociclismo, ma ultimamente ho avuto modo di apprezzare, anche per vicende personali, tutto l'ambito della riabilitazione neuro-motoria, che è un campo in grande crescita ed espansione.

NESSUN COMMENTO