Pomigliano. Sanità. Licenziamenti. Sono queste le parole chiavi di una vicenda che ha come protagonisti 32 lavoratori.

I 32 funzionari in questione lavoravano presso le cliniche San Felice e Meluccio, entrambe site a Pomigliano. Dopo il licenziamento è scoppiata la protesta. Infatti, si sono subito recati al Centro Direzionale per manifestare dinanzi agli uffici dell’assessorato regionale alla sanità.

Facciamo qualche passo indietro per rendere più chiaro il quadro. Le due cliniche sono state rilevate dal gruppo imprenditoriale Medicina Futura. Inizialmente,  la situazione era partita nei migliori dei modi, Salvatore Improta, patron del gruppo imprenditoriale aveva inaugurato, all’interno della clinica un nuovo servizio sanitario. Quell’evento, però, rappresentava solo la punta di un iceberg. Infatti, non arriva nessuna risposta da Medicina Futura sui 32 licenziamenti.

L’azienda gestisce decine di laboratori di analisi, centri di radiologia e cliniche private in tutta la Campania. Grazie alle strutture da lei gestite ha fatturato 31 milioni di euro nel 2014 e 50 milioni nel 2015. Quest’anno ha inaugurato nuove strutture anche a Roma e la sua prima clinica internazionale a Dubai.

CONDIVIDI
Classe 1996, nata a Napoli. Laureanda in Scienze della Comunicazione. Ha scritto per diverse testate online e cartacee. Attenta in particolare alle tematiche sociali, si occupa per Libero Pensiero News della sezione Territori.