Museo MADRE gratis ad agosto

0
770
Museo Madre

Per il quarto anno consecutivo, il museo MADRE apre le sue porte gratuitamente a tutti: coloro che trascorreranno il mese di agosto in città, e tutti i turisti che invaderanno Napoli, avranno la possibilità di visitare il museo di arte contemporanea napoletano.

Dal 1° agosto fino al 31 agosto, grazie al successo degli anni passati, viene riproposta questa iniziativa con l’intento di dare la possibilità a turisti e cittadini di avvicinarsi alle ricerche artistiche del museo, visitare le mostre in corso e le collezioni, e partecipare ad ogni iniziativa proposta dal museo MADRE, oltre al fatto di poter trascorrere giornate all’insegna di tranquillità, freschezza e diversivi.

La riproposta esperienza di visita gratuita sarà quindi un’occasione per avvicinarsi ulteriormente all’arte contemporanea attraverso le varie mostre in programma di artisti italiani e internazionali.

Attualmente, è possibile ammirare al museo MADRE la mostra fotografica del maestro Mimmo Jodice, che racchiude scatti della realtà quotidiana dagli anni ’60 ad oggi. Inoltre, all’ingresso, è posta una nuova opera artistica di Daniel Buren, la quale tende a dare una nuova prospettiva all’intero edificio. È infine prevista la mostra di Camille Henrot, dal titolo “Luna di Latte”.

Ma, oltre all’ingresso gratuito a tutti, il museo MADRE, tutti i week end del mese di agosto (dal sabato al lunedì), propone una serie di visite didattiche che hanno lo scopo di analizzare le opere e di offrire spunti di riflessione sui linguaggi e sui messaggi dell’arte contemporanea. Questa brillante iniziativa delle visite didattiche è proposta dai Servizi Educativi del museo e prevede due appuntamenti giornalieri, uno alle ore 11.00 e uno alle ore 17.00, per approfondire le mostre in esposizione. In questo caso, però, è necessaria la prenotazione.

Infine, l’ultimo appuntamento, è previsto per lunedì 29 agosto: al piano terra, nella sala “project room”, sarà possibile visitare la Casa “do ut do”, sulla base del progetto di Alessandro Medini, che presenta appunto l’edizione 2016 di “do ut do”, contenitore di iniziative culturali a scopo benefico promosso dall’Associazione Amici  della Fondazione Hospice Seràgnoli Onlus e piattaforma biennale che organizza eventi dedicati alle arti e alle eccellenze della cultura italiana coinvolgendo istituzioni, imprese e collezionisti e che, quest’anno ha come testimonail il premio Nobel Dario Fo.

Il museo MADRE sita in via Luigi Settembrini 79; il martedì resterà chiuso, mentre invece il lunedì e dal mercoledì al sabato gli orari di apertura e chiusura sono dalle 10.00 alle 19.30; la domenica resterà aperto fino alle 20.00.

Contatti: 08119313016 – Sito ufficiale

Arianna Spezzaferro

CONDIVIDI
Articolo precedenteDisabilità, in arrivo l’app ”No-Barriere”
Articolo successivoRifiuti, nuovo piano per la Campania
Arianna Spezzaferro, nata a Napoli il 12/04/1993, è laureata in Lettere Moderne presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II, e presso la medesima studia Filologia Moderna. Amante della cultura umanistica, aspira a diventare un'insegnate di Letteratura italiana, perché crede fermamente di poter trasmettere, in futuro, ai suoi alunni l'interesse vivo per tale disciplina. Attualmente scrive per Libero Pensiero News come coordinatrice della sezione Cultura.

NESSUN COMMENTO