Riapre il Trianon, Nino D’Angelo direttore artistico

0
339

Nino D’Angelo è stato nominato direttore artistico dello storico teatro Trianon.

Il teatro Trianon è lo storico teatro partenopeo sito in Piazza Calenda a ridosso dei decumani del centro storico.

Inaugurato nel novembre del 1911, la prima esibizione artistica avvenne nel 1912 con Miseria e Nobiltà di Eduardo Scarpetta. La programmazione musicale è sempre stata quella preferita dai gestori del teatro sin dalla sua inaugurazione con particolare predilezione per la canzone della più squisita tradizione napoletana.

Gli ultimi anni sono stati molto complicati per lo storico teatro. Dopo il fallimento e la conseguente chiusura della struttura le aste andarono completamente deserte. Ciò portò alla contestatissima decisione di svendere la struttura del teatro per far posto ad un supermercato oppure ad una sala Bingo.

Per fortuna negli ultimi due anni si è lavorato per portare di nuovo in funzione il Teatro Trianon. L’ultima notizia è la nomina di Nino D’Angelo a direttore artistico del teatro.

La notizia è davvero positiva. Riaprire un teatro come il Trianon è un risultato ottimo per il rilancio della cultura in un quartiere difficile e, ultimamente, abbandonato.

Da sempre nominato “teatro del popolo”, il Trianon, quindi, riaprirà i battenti tornando al servizio del popolo.

In realtà per Nino D’Angelo si tratta di una “rinomina”. L’artista partenopeo infatti era direttore artistico prima della chiusura di qualche anno fa. La sua intenzione è quella di far ripartire il teatro “alla grande”. Di certo quest’anno non sarà possibile avviare una stagione teatrale a tutti gli effetti anche perchè non si conosce ancora il budget che verrà assegnato per reclutare gi artisti, ma siamo certi che Nino D’Angelo ce la metterà tutta per il Teatro Trianon che rinascerà soprattutto dalla speranza di questa città e del difficile quartiere dove è stato costruito. Al solito sarà una difficile battaglia per riportare cultura lì dove volevano cancellarla.

Salvatore Annona

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteCampi Flegrei, ritrovata necropoli di epoca romana
Articolo successivo90 anni del Napoli, festa a metà
Nato a Napoli nel 1975 vi ho vissuto fino ad oggi, senza mai emigrare. Dopo il diploma di geometra, ho conseguito la Laurea in Ingegneria Civile nel 2005 con tesi in Ingegneria Sismica. Ho una splendida famiglia con moglie e due splendidi figli. Attualmente esercito la libera professione e sono membro della Commissione Manutenzione e Recupero degli Edifici Industriali presso L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli. Curioso sin dalla nascita, ho coltivato diverse passioni come la lettura e la grafica digitale. Amo immensamente la musica e lo sport (in particolare il calcio ed il tennis).

NESSUN COMMENTO