TgRom: il primo telegiornale online che dà voce alla comunità rom

0
373
TgRom

Il progetto, primo in Italia, nasce per iniziativa dell’associazione IDEA ROM Onlus di Torino. Attraverso un gruppo di giovani ragazzi di etnia rom (dai 14 ai 25 anni) che fanno da reporter, TgRom ha lo scopo di creare uno spazio interamente dedicato alla propria comunità: cultura, attualità e tradizioni della propria terra di origine.

Le notizie del telegiornale vengono diffuse online ogni sabato sul sito ufficiale www.tgrom.it e condivise sui social network più diffusi quali Facebook e Twitter, oltre al canale Youtube dell’Associazione Idea Rom.

Durante la settimana questi giovani reporter si riuniscono insieme a Torino dove, con l’aiuto di giornalisti e montatori di professione, realizzano le puntate del Tg che vengono poi trasmesse sul web.

La prima è stata realizzata il 7 maggio scorso. L’ultima puntata, in onda il 2 agosto scorso, è stata realizzata in occasione della commemorazione del Porrajmos, il genocidio dei rom durante la Seconda Guerra Mondiale.

L’iniziativa vede come obbiettivo principale quello di sfatare i luoghi comuni e i pregiudizi che da sempre sono legati alla loro comunità, di far conoscere la popolazione rom sotto un occhio privo di discriminazione e razzismo.

Certo, non è semplice nel nostro Paese abbattere il muro della diffidenza; la stragrande maggioranza degli italiani (90% circa) ha un’opinione sfavorevole dei rom, considerati ladri ed impostori.

Ricordiamo che in Italia, secondo l’European Roma Rights Centre si registrano tra i 90.000 e i 110.000 rom, sinti, camminanti e altre minoranze zingare, mentre secondo l’Opera Nomadi sarebbero tra i 120.000 e i 140.000, di cui circa 70.000 hanno la nazionalità italiana.

Purtroppo da sempre questa minoranza etnica è stata vittima di persecuzioni e intolleranza in tutto il mondo a partire dal remoto Medioevo, dove il nomadismo veniva visto come maledizione di Dio: si è protratta nel corso dei secoli la tendenza delle società moderne a liberarsi di questa etnia fino alla programmazione del genocidio dei rom, insieme a quello degli ebrei, durante l’epoca nazista della Seconda Guerra Mondiale.

TgRom è stato realizzato con il contributo della Compagnia di San Paolo, con il patrocinio gratuito della Regione Piemonte e in collaborazione con l’Associazione Allievi del Master in Giornalismo “Giorgio Bocca” e dell’Associazione Stampa Subalpina-FNSI.

Rosaria Ferrara

NESSUN COMMENTO