Allarme incendi in Toscana: 15 questo fine settimana

0
333

In una recente nota la Regione Toscana ha fatto sapere che tra il 6 e il 7 agosto sono stati appiccati 15 incendi. La superficie di bosco interessata è di circa 170 ettari, quella non boscata di oltre 50.

Nel corso della giornata di domenica all’isola d’Elba sono scoppiati due incendi in meno di un’ora. Queste le aree andate in fumo: 27 ettari di bosco a Chiessi, tra Marciana e Campo nell’Elba e 2,5 ettari sul Monte Calamita a Capoliveri. Roghi anche a Riparbella, Viareggio, Montemurlo (Prato), Santa Maria a Monte e Casciana Terme Lari (Pisa), Pescaglia, Camaiore (Lucca) e Pisa.

Più pesante il conto nel Grossetano, dove i Vigili del Fuoco hanno contato circa 800 roghi dal 1 luglio ad oggi (la media giornaliera è di 20 al giorno). Nel comune di Orbetello domenica mattina sono andati a fuoco 17 ettari di macchia mediterranea e 110 ettari di bosco alla Parrina. Gravi danni anche a Poggi di Murella di Manciano (8 ettari di bosco e 20 di incolto), Arcille di Campagnatico (6 ettari di macchia mediterranea e 7 di incolto) e Principina (2,5 ettari di pineta e altrettanti di incolto).

Per far pronte ai diversi focolai l’organizzazione regionale Aib ha inviato tutta la propria flotta aerea composta da 10 elicotteri, mentre la Procura di Grosseto ha aperto un’inchiesta. Al momento non ci sono indagati, ma i dubbi sono pochi: piromani, forse uniti da una stessa strategia folle e criminale. ”Molti incendi si dipanano, infatti, su un percorso ben stabilito, spesso ai margini della strada, boschi o vivai. Sembrerebbe quasi che i colpevoli vogliano farsi beffa delle forze dell’ordine” hanno spiegato gli inquirenti.

L’allarme è stato lanciato anche a Festambiente, che si sta svolgendo a Rispescia. ”E’ una sfida che gruppi di criminali ambientali hanno lanciato alla Maremma – ha denunciato Angelo Gentili della segreteria nazionale di Legambiente – e a questa sfida bisogna reagire lottando senza paura. In questi casi non bisogna abbassare la guardia.”

Vincenzo Nicoletti

 

NESSUN COMMENTO