Il tanto temuto forfait dello stadio San Paolo per il ritorno in Champion League è stato scongiurato. Il Credito sportivo ha sbloccato la prima tranche del mutuo per i lavori necessari.

La buona notizia è arrivata dopo l’approvazione del bilancio da parte del Comune di Napoli, elemento indispensabile per lo sblocco dei fondi destinati al restyling del San Paolo. Di certo un’ottima notizia, ma ora occorrerà correre, e non poco.

Manca poco meno di un mese alla prima partita della massima competizione continentale per club ed occorre, come dicevamo, far presto.

Un primo stralcio del mutuo sarà di circa 5 milioni che occorreranno per la prima fase dei lavori, altri 20 saranno sbloccati nel 2017. Più nel dettaglio, il primo milione di euro servirà sin da subito per allineare lo stadio San Paolo agli standard imposti dall’UEFA per ospitare le partite della competizione Questi hanno carattere di estrema urgenza che riguarderanno il ripristino delle reti idriche, l’adeguamento dei dispositivi antincendio, il restyling degli uffici e degli spogliatoi oltre che della sala stampa. la prima partita di Champions il Napoli dovrà disputarla al San Paolo in un giorno compreso tra il 13 ed il 28 settembre. la data precisa si conoscerà dopo i sorteggi che avverranno il giorno 25 agosto a seguito della fase preliminare.

Considerando la peggiore delle ipotesi (il 13 settembre) occorrerà lavorare initerrottamente 24 ore su 24. La stazione appaltante (NapoliServizi) ha già avviato lo “start” il 17 agosto dove le imprese affidatarie dei lavori dovranno aprire i cantieri con un cronoprogramma ben definito e ben serrato.

Ultimati i lavori più urgenti, in autunno, si proseguirà con gli altri lavori tra cui la sostituzione di un primo blocco di circa 13000 sediolini e la sistemazione delle impermeabilizzazioni delle gradinate.

Ovviamente c’è grande soddisfazione da parte di tutti. A parte l’obiettivo Champions League che non doveva assolutamente essere saltato, c’è la gioia di veder finalmente partire i lavori di restyling di uno stadio bellissimo quale è sempre stato il San Paolo. Quando fu costruito infatti era tra i più belli.

Salvatore Annona

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa prima vittoria di Iannone
Articolo successivoSanta María del Cile, l’isola intermittente
Nato a Napoli nel 1975 vi ho vissuto fino ad oggi, senza mai emigrare. Dopo il diploma di geometra, ho conseguito la Laurea in Ingegneria Civile nel 2005 con tesi in Ingegneria Sismica. Ho una splendida famiglia con moglie e due splendidi figli. Attualmente esercito la libera professione e sono membro della Commissione Manutenzione e Recupero degli Edifici Industriali presso L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli. Curioso sin dalla nascita, ho coltivato diverse passioni come la lettura e la grafica digitale. Amo immensamente la musica e lo sport (in particolare il calcio ed il tennis).