Terremoto Centro Italia, appello a donare il sangue

0
342

L’Associazione Volontari Italiani del Sangue in mattinata ha lanciato un appello per donare il sangue dopo il terremoto di stanotte nel centro Italia che ha colpito le province di Perugia e Rieti.

L’Avis provinciale ha di Rieti ha, infatti, pubblicato sul proprio profilo Facebook il seguente post: «A causa del terremoto avvenuto questa notte urge sangue, di tutti i gruppi sanguigni. Dalle 8 alle 11, all’ospedale ‘De Lellis’ di Rieti. Portate documento di identità e codice fiscale. Grazie a tutti.»

La Direzione Regionale Sanità del Lazio ha disposto l’apertura straordinaria dei centri trasfusionali di Roma e Rieti, per far fronte all’esigenza di sangue per l’evento sismico. Chi è in possesso dei requisiti per donare il sangue è invitato a recarsi in uno dei centri indicati sul sito www.salutelazio.it/salutelazio/donare-il-sangue che saranno aperti in via straordinaria, senza limiti di orario.

È stata disposta anche l’attenuazione delle attività chirurgiche non urgenti programmate per poter mettere a disposizione dell’emergenza le sale operatorie e le terapie intensive negli ospedali Dea di II e di I livello predisposti per l’attività di elisoccorso: Policlinico Umberto I, Policlinico Tor Vergata, Sant’Andrea, Policlinico Gemelli, San Filippo Neri, Sant’Eugenio, San Camillo di Roma.

Inoltre è stata richiesta disponibilità anche, in seconda battuta, agli ospedali Spaziani di Frosinone, Belcolle di Viterbo e il Santa Maria Goretti di Latina. Si sta predisponendo presso la Asl di Rieti un’équipe regionale di psichiatri e psicologi per garantire il supporto alle persone più fragili e agli anziani.

Anche la Fidas ha invitato i donatori delle Regioni coinvolte dallo sciame sismico – Lazio, Umbria, Abruzzo e Marche – a contattare i Servizi trasfusionali e Unità di raccolta e ha ricordato di programmare regolarmente le donazioni, in modo da evitare emergenze.

I donatori con gruppo sanguigno 0 con fattore negativo possono essere veramente preziosi in quanto possono donare indistintamente a tutti i gruppi sanguigni. Per chi volesse donare il sangue nei prossimi giorni è bene ricordare che al mattino è possibile effettuare la colazione secondo le normali abitudini, che il pranzo deve essere completato due ore prima dell’orario fissato per la donazione e non deve comprendere latticini, cibi elaborati, grassi, fritture, vino, birra, alcool, sostanze dolci e zuccherate.

Per maggiori informazioni: https://www.facebook.com/avisprovinciale.rieti/?fref=ts

Vincenzo Nicoletti

NESSUN COMMENTO