Un angolo verde in stato di degrado, nella zona orientale del comune di Salerno.

Poco più di un anno fa, il Circolo PD “Angelo Vassallo” effettuò una riqualificazione in via Martuscelli, nel quartiere Torrione, ospitando anche il Sindaco Vincenzo Napoli, rieletto quest’anno, e Roberto De Luca. Oggi, però, la situazione sembra essere peggiorata.

Salerno, angolo verde Chi vive in via Martuscelli non può non conoscere il giardinetto che spunta nel bel mezzo del cemento delle case, un tempo chiuso a chiave e oggi fruibile anche ai non residenti. Da anni rappresenta un luogo di ritrovo, purtroppo lasciato a se stesso, tra le intemperie e l’inciviltà dei suoi numerosi visitatori, che periodicamente “dimenticano” lì qualche bottiglia di birra.

Il quotidiano LaCittà riporta: “Le panchine, ridotte a tavolozze per giovani incivili, sono ridotte ai minimi termini ma quello che più sconvolge è la quantità di rifiuti di varia natura che preziosamente custodisce il parchetto: dalle lattine alle bottiglie di birra vuote che punteggiano viali e aiuole, dai cartoni delle pizze alle cartacce, dalle siringhe ai preservativi usati. Un tappeto di immondizia copre la pavimentazione dove non c’è un angolo dove non ci siano cumuli di cicche di sigarette che probabilmente stanno lì da mesi. Come tutto il resto.

Addirittura pare che lo stato di degrado sfiori situazioni di pericolo e che sia centro rituale di atti illeciti; un luogo da evitare sia di notte che di giorno. Persino i giardinieri hanno smesso di entrarci.

I residenti vorrebbero che la zona venisse sistemata, bonificata e, magari, anche messa in sicurezza, per permettere a tutti di potervi accedere e contemplare quello spazio verde tra i palazzi. Al punto 8 del programma del riconfermato sindaco Vincenzo Napoli si trova uno spunto creativo: “In questa ottica verrà istituita la Consulta per l’Ambiente, al fine di aumentare la partecipazione dei cittadini e delle realtà associative nelle decisioni che riguardano la gestione ambientale…“. Non ci sembra che allo stato dell’arte la promessa sia stata realizzata; magari questa potrebbe essere un’ottima occasione per iniziare.

Sara C. Santoriello

CONDIVIDI
Articolo precedenteBookMOB: tornano i libri in piazza
Articolo successivoTerremoto: colpa di unioni civili e amatriciana
Rappresentante degli studenti nel Consiglio Didattico di Scienze Politiche all'Università degli studi di Salerno (2015-2017). Consigliere del Forum dei Giovani di Cava De' Tirreni. Membro della Direzione Nazionale dell'Unione Degli Studenti (biennio 2014-2016). Esecutivo di Link Fisciano (2016-2018). Segretaria della CPS (biennio 2011-2013). Reporter per AsinuPress e LiberoPensiero. Per Polis SA Magazine gestisce la rubrica "Around The Corner".