Napoli, esordio casalingo con poker

0
106

Esordio casalingo positivo per il Napoli, che ha ospitato i rossoneri del Milan. Gli azzurri venivano da un pareggio deludente a Pescara, il Milan da una convincente vittoria con tripletta del bomber Bacca.

Le formazioni:

Napoli: Reina, Ghoulam, Koulibaly, Albiol, Hysaj, Hamsik, Jorginho, Allan, Merten, Milik, Callejon.

Milan: Donnarumma, De Sciglio, Romagnoli, Gomez, Abate, Bonaventura, Montolivo, Kucka, Niang, bacca, Suso.

Dopo il minuto di silenzio osservato per commemorare le vittime del terribile terremoto del centro Italia, si parte con il Napoli che non appare fin da subito convincente, anzi le cose migliori nei primissimi minuti sono del Milan, che sciupa anche una ghiotta occasione con Abate che da posizione favorevolissima spara altissimo. Al 18′ sblocca il Napoli con Mertens in grandissime condizioni che si libera sul destro e coglie il palo. Sulla ribattuta Milik insacca per il suo primo goal in campionato. Sbloccato il risultato, tutto in discesa per il Napoli che inizia a giocare anche meglio. Al 33′ secondo goal, ancora Milik che insacca con uno splendido colpo di testa a seguito di un tiro dalla bandierina.

Nella ripresa il Napoli sembra non essere rientrato dagli spogliatoi: nel giro di 10 minuti il Milan va in rete prima con Niang che di potenza penetra in area e insacca da posizione non facile; al 55′ il pareggio del Milan con Suso che approfitta di una  respinta corta della difesa ed insacca un goal spettacolare. Lo scossone sveglia il Napoli che, dopo i due goal subiti, ritorna in cattedra sfoggiando bel gioco che porta al goal di Callejon. Ance qui splendida azione di Mertens, che effettua un gran tiro a cui si oppone Donnarumma, che poi nulla può sul tap-in di Callejon. Nell’ultimo quarto d’ora succede di tutto: il Milan subisce due espulsioni ed anche il quarto goal; anche questo segnato da Callejon.

Ottimo esordio casalingo del Napoli, quindi, anche se ancora con diverse lacune difensive. Ma c’è tempo per migliorare.

LE PAGELLE

Reina: 5,5 non convince: dimostra scarsa reattività e sbaglia anche un’uscita. Pericoloso

Ghoulam: 5. Gioca maluccio e conferma il suo pessimo stato di forma;

Koulibaly: 5. Solo un ricordo il Koulibaly della passata stagione.

Albiol: 6. Un po’ meglio del compagno di reparto per la grande determinazione con cui ha giocato. Sostituito da Chiriches S.V.

Hysaj: 6. Si conferma preciso ed affidabile.

Hamsik: 6. Partita ordinata la sua, sbaglia qualche appoggio ma spesso accende la luce a centrocampo.

Jorginho: 5,5. Qualcosa di buono lo fa vedere, ma non è in forma.

Allan: 5,5. Un tantino più determinato della partita precedente, ma attendiamo il miglior Allan. Sostituito da: Zielinski: 6. Si propone bene negli ultimi 15 minuti.

Mertens: 8. Il migliore in assoluto anche in questo match. Il Napoli per ora è lui. Sostituito da: Insigne: 6. Gioca poco ma ha il merito di creare l’occasione del quarto goal.

Milik: 7 Doppietta, anche se tocca pochi palloni. Gioca molto per la squadra e sfoggia la specialità della casa: un colpo di testa fantastico.

Callejon: 7. Gioca bene, è in forma. I suoi inserimenti sono sempre fruttuosi.

Salvatore Annona

CONDIVIDI
Articolo precedenteCampania, 50 milioni per sicurezza edifici
Articolo successivoFantabreak: quando il gioco dell’allenatore è benefico
Nato a Napoli nel 1975 vi ho vissuto fino ad oggi, senza mai emigrare. Dopo il diploma di geometra, ho conseguito la Laurea in Ingegneria Civile nel 2005 con tesi in Ingegneria Sismica. Ho una splendida famiglia con moglie e due splendidi figli. Attualmente esercito la libera professione e sono membro della Commissione Manutenzione e Recupero degli Edifici Industriali presso L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli. Curioso sin dalla nascita, ho coltivato diverse passioni come la lettura e la grafica digitale. Amo immensamente la musica e lo sport (in particolare il calcio ed il tennis).

NESSUN COMMENTO