Da Napoli a Livorno “La sovranità appartiene al popolo”: de Magistris e #BuongiornoLivorno

Avvenuto lo scorso 30 agosto l'evento pubblico, presente anche il collettivo ex OPG occupato Je so pazzo di Napoli

0
352
De Magistris e #BuongiornoLivorno

Centinaia di persone presenti, e migliaia di utenti in diretta streaming, per l’iniziativa dell’Associazione #BuongiornoLivorno.

L’evento, tenuto lo scorso 30 agosto a partire dalle ore 21:00, ha avuto luogo presso l’Auditorium del Centro Civico di Corea (LI). Ospiti il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e i ragazzi del collettivo partenopeo ex OPG occupato Je so pazzo.

Obiettivo dell’incontro la sensibilizzazione verso alcuni temi fondamentali che legano le diverse figure partecipanti, ovvero municipalismo, autonomie territoriali, salvaguardia dei beni del patrimonio locale, spazi bonificati, reddito, lavoro, attiva partecipazione di tutti i cittadini, valorizzazione economica collettiva del patrimonio pubblico, Costituzione.

14169556_1073632642705552_2015438642_n

A seguito dell’evento, che ha avuto un notevole successo, si esprime così il sindaco di Napoli attraverso un post pubblicato sulla sua pagina ufficiale Facebook: «I diritti fondamentali sono il filo conduttore dell’incontro organizzato dal movimento politico Buongiorno Livorno, nell’Auditorium del centro civico di Corea a Livorno, partecipato da centinaia di persone, nonostante il meteo avverso. Sulle magliette del collettivo la scritta “La sovranità appartiene al popolo” che ben fa intendere l’ humus politico territoriale. Quattro i blocchi di discussione che hanno animato gli interventi: municipalismo e autonomia, beni comuni e spazi liberati, reddito e lavoro, costituzione.

L’autonomia politica si conquista mettendo al centro delle priorità amministrative le comunità, scelta teoricamente molto semplice ma che nella realtà passa attraverso atti coraggiosi e assunzioni di responsabilità amministrativa, in netto contrasto con la vecchia politica della sola delega.  Ecco perchè l’uso degli spazi pubblici e privati abbandonati che diventano punti di aggregazione culturale e sociale per il territorio – e come tali riconosciuti – meritano l’attenzione della politica e delle amministrazioni attraverso provvedimenti suscettibili di tutela giuridica, cosa che abbiamo fatto con la delibera degli usi civici, esempio concreto di collaborazione tra istituzioni e realtà sociali coinvolte. La nostra giunta si è espressa contro la modifica costituzionale del governo Renzi che punta ad un Sistema autoritario. Saranno le comunità a stabilire le esigenze del territorio che vivono e a debellare il cancro mafioso nelle istituzioni che ha potuto sempre più proliferare anche grazie alle politiche neoliberiste degli ultimi vent’anni.»

Chi è #BuongiornoLivorno

È un’associazione italiana ispirata ai principi della sinistra nazionale e internazionale, che si delinea come progetto politico costituito allo scopo di superare la crisi che da tempo ha investito la città di Livorno e farla uscire dalla depressione socio-economica, attivando sinergie dal basso.

Come è nato l’evento, perché de Magistris

All’insegna del motto “popolo e autonomia”, de Magistris rappresenta il sindaco più rivoluzionario del momento. Incarna il neo municipalismo e la volontà di riterritorializzare le economie con patti territoriali, amministrazione condivisa e contro potere finanziario “dal basso”.

Una spassionata ammirazione per il nostro sindaco, modello di rinnovazione e sviluppo che parte dal “basso”. Come afferma Silvia Giuntinelli presidente dell’Associazione, «L’obiettivo comune del benessere sociale viene interpretato come percorso da fare insieme alle tante realtà cittadine impegnate nella ricostruzione di un tessuto solidale e culturale, nonché economico. Interessanti sono i collegamenti che si creano in nome del nuovo municipalismo delle “città ribelli”, che altro non sono che la volontà di creare una rete di pratiche e di scambio, per la costruzione di “confederazioni democratiche”, o “coalizioni anticrisi”, che contrastino l’oppressione della finanza sulle forme di autogoverno, per dare forza alle singole municipalità, anche oltre i confini nazionali, se pensiamo ad esempio al confronto fertile di De Magistris con il Sindaco di Barcellona Ada Colau».

Qui il video dell’intervento

Rosaria Ferrara

NESSUN COMMENTO