FantaExpo: A Salerno cinque anni di fumetto

0
241
FantaExpo

Per il quinto anno consecutivo il Parco dell’Irno, a Salerno, ha ospitato la fiera del fumetto. Il FantaExpo torna a stupire e divertire i numerosi visitatori (quest’anno circa 8000), giunti da ogni luogo d’Italia per poter vivere quell’atmosfera magica, ricca di fantasia, animazione e divertimento che i giovani organizzatori riescono sempre a realizzare.

Il 2, 3 e 4 settembre, la città è tornata a farsi portavoce di un evento unico nel suo genere, che regala di anno in anno sempre nuove emozioni, grazie alle numerose tematiche e attività ludiche in cui è suddivisa. Dalla magia di Harry Potter, all’azione di Star Wars; dagli eroi Marvel alla simpatia dei Pokemon, il tutto arricchito dalla presenza di ospiti internazionali, tra i quali cosplayers, fumettisti e band musicali, chiamati a mostrare i propri talenti all’insegna dell’arte e dell’intrattenimento.

La vasta programmazione trova la sua apoteosi proprio nella giornata di domenica, per celebrare al meglio la conclusione della fiera. Tra gli ospiti ritroviamo Lorenza Di Sepio, Fedini e Boban Pesov, che hanno intrattenuto un dibattito sul fumetto in web e delle nuove forme di comunicazione a esso legate, tra nostalgici del cartaceo e sostenitori delle nuove tecnologie.

Attesissima la gara dei cosplay, che ha divertito i più piccoli e affascinato i più grandi, con costumi eccentrici e curati in ogni minimo dettaglio. image

Di certo la musica non è mancata. Ad allietare e concludere la serata ci penseranno i GemBoy, “supereroi” fuori dal comune, famosi per le loro cover-parodia. Restando in tema musicale, l’ospite d’onore è stata Lucia La Rezza, indiscussa regina del FantaExpo. La giovanissima violinista, classe ’93, ha incantato il pubblico con il suo repertorio che spazia dalle sigle dei cartoni animati giapponesi alle soundtrack dei videogames, film e telefilm. Un elenco vastissimo di brani per uno spettacolo davvero coinvolgente, dai pezzi più rock alle ballate più romantiche, il tutto arricchito dalla soave melodia del violino.

“Parola d’ordine: intrattenimento! Dedicato soprattutto ai ragazzi, ma che strizza l’occhio anche a bambini e famiglie. L’idea del FantaExpo è concentrare i propri sforzi sviluppando e valorizzando le capacità e il talento individuali. Dalla prima edizione ad oggi l’affluenza è aumentata esponenzialmente rendendo la manifestazione un punto di riferimento per gli appassionati del genere e un appuntamento fisso nel calendario degli eventi nazionali. Il festival è cresciuto negli anni, portando all’organizzazione di eventi paralleli e collaborazioni con realtà diverse” –  Queste le parole degli organizzatori, i quali quest’anno sono riusciti a rendere l’evento ancor più scenografico ed entusiasmante grazie alla collaborazione dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli, che ha messo a loro disposizione le attrezzature necessarie, nonchè i migliori artisti, per la realizzazione di un enorme Drago Orientale, animato e accompagnato da giochi di luci e colori.

In un mondo in cui la la creatività sta lentamente scomparendo, questo evento è un modo per avvicinare bambini e ragazzi al mondo della fantasia, regalando a tutti un sorriso e un pizzico di spensieratezza, dando vita ai loro sogni e agli eroi che vivono nella loro mente.

Maria Iemmino Pellegrino

 

 

NESSUN COMMENTO