Lega Pro: Casertana k.o. contro il Monopoli

Casertana ferma a quota 0 punti in classifica. Società e allenatore contestati duramente dai tifosi al termine della gara. Corvino: “C’è bisogno di tempo”.

0
237
Casertana

Due sconfitte in due giornate e zero goal fatti: è questo il tragico resoconto di un inizio di stagione completamente da dimenticare per la Casertana. Dopo l’1-0 della scorsa settimana a Melfi, i rossoblù al “Pinto” cedono il passo anche al Monopoli con l’identico risultato. I tanti cambi apportati alla rosa nel corso del calciomercato estivo sono sicuramente un fattore importante da tenere in considerazione e che per il momento sta pesando molto sui risultati, come confermato dallo stesso presidente Corvino ai microfoni nel post partita: “Sapevamo che oggi sarebbe stata una gara difficile. È un problema di amalgama perché ci sono stati innesti da pochi giorni che devono inserirsi. Un po’ di sfortuna ci sta impedendo di far meglio”. A volerla dire tutta, per quanto visto in questi primi 180’ stagionali, la Casertana avrebbe meritato di racimolare almeno un paio di punti. Questa comunque non deve assolutamente essere una giustificazione ai due k.o. arrivati contro avversarie modeste.

LA GARA- Mister Tedesco opera un paio di cambi nell’undici iniziale rispetto a quello schierato a Melfi, facendo accomodare inizialmente in panchina l’ultimo colpo di mercato Taurini. La Casertana tiene bene il campo nella prima mezz’ora di gioco rendendosi pericolosa in più di un’occasione. Al 38’ la doccia gelata: il Monopoli, con la complicità della disattenta retroguardia rossoblù, passa in vantaggio con un preciso diagonale di Gatto. La Casertana, molto contratta, fatica ad organizzare una reazione.

Nella ripresa si gioca in una sola metà campo, con i falchetti in totale possesso del pallone ma poco pericolosi in zona goal. Le tre sostituzioni effettuate da mister Tedesco sbilanciano la squadra che rischia in un paio di circostanze di subire la seconda rete. Ad avere l’occasione più ghiotta per agguantare il pareggio è addirittura il portiere Ginestra, salito in area avversaria sugli sviluppi di un calcio d’angolo allo scadere dei cinque minuti di recupero.

LA CONTESTAZIONE- Al triplice fischio dagli spalti del “Pinto” è partita una dura, quanto comprensibile, contestazione: oggetto della bordata di fischi i membri della dirigenza e l’allenatore Tedesco. Ai calciatori è stato invece riservato un convinto applauso; i tifosi hanno capito che la squadra ha dato tutto ciò che aveva. Ed è questa la cosa che preoccupa di più: pur dando il massimo i falchetti sono stati incapaci di recuperare lo svantaggio contro un modesto Monopoli.  I limiti strutturali e le difficoltà palesate dalla squadra in queste prime due giornate sono visibili a tutti. Quel che è certo è che mister Tedesco avrà ancora bisogno di tempo per trovare i giusti ingranaggi e far ripartire la Casertana. Ma allo stesso tempo questa partenza ad handicap costringe, inevitabilmente, i rossoblù a cercare di fare punti già a partire dal prossimo impegno esterno contro la Paganese.

CASERTANA (4-3-3) – Ginestra; Finizio, Rainone, Potenza, Pezzella (20′ st. Ramos); Matute, Rajcic (20′ st Giorno), De Marco (25′ st. Carlini); Giannone, Orlando, Taurino. A disp.: Anacoura, Fontanelli, Lorenzini, Kuseta, D’Alterio, De Filippo, Carriero, Colli, Ciotola, Carlini. All.: Andrea Tedesco. 

MONOPOLI (4-3-1-2) – Mirarco; Bei, Esposito, Bacchetti, Pinto; Viola (40′ st. Montini), Franco, Ricucci; Balestrero; Genchi (29′ st. Ferrara), Gatto (18′ st. Mouzakitis). A disp.: Pellegrino, Cassano, Mercadante, De Vito, Padalino, Difino, Sounas, Mavretic, D’Auria,.All.: Diego Zanin. 

ARBITRO – Daniele Paterna di Teramo. ASSISTENTI – Teodori e Di Giacinto di Teramo. 

MARCATORI – Gatto (M).

AMMONITI – Carlini (C), Mirarco (M), Bacchetti (M), Matute (C).

ESPULSI – .

Ugo D’Andrea

NESSUN COMMENTO