Capuozzo: “Nuovi bus per i disabili”

0
212
Capuozzo

Il sindaco di Quarto Rosa Capuozzo – insieme agli assessori e ai consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle e Vincenzo di Pinto con il gruppo “Lista Santoro Uniti per Quarto” – ha deciso di destinare la somma collettiva di 4.205.17 euro al trasporto per i disabili.

La somma deriva dai loro stipendi, infatti il 10% è decurtato dai propri compensi. Il sindaco Capuozzo spiega : “Da sempre la nostra politica è volta ad aiutare chi è in difficoltà. In questo momento la priorità è dare aiuto concreto. Al via il ripristino del servizio di trasporto per disabili. Una volta raggiunto lo scopo, si procederà con l’acquisto delle giostrine. Purtroppo la situazione attuale ci chiede di scegliere. Sono solo progetti iniziali, il tempo ci darà la possibilità di raggiungere nuovi obiettivi utili al sociale. Malgrado l’espulsione dal Movimento 5 Stelle, i miei principi restano quelli e cerco di renderli fattivi a dispetto delle polemiche esterne, di chi si professa tale ma che nulla concretizza.” Attualmente, infatti, il sindaco è confluita nella lista civica “Coraggio Quarto”.

Lo scorso gennaio, Capuozzo venne espulsa dal movimento per non aver denunciato le presunte minacce del collega Giovanni De Robbio, indagato per corruzione elettorale con l’aggravante di aver favorito un’organizzazione mafiosa.

Non si è mai pensato concretamente ai disagi a cui vanno incontro le persone affette da disabilità. Grazie anche al progredire della tecnologia e in particolare con la possibilità di usufruire dei fondi, si possono andare a ideare dei bus a misura di disabile. Una Campania che si propone all’avanguardia sul tema del trasporto pubblico.

Maria Baldares 

CONDIVIDI
Articolo precedenteMotoGP: Viñales la sorpresa di Silverstone
Articolo successivoReferendum Costituzionale: la data slitta e D’Alema lancia “Dem per il No”
Frequento il secondo anno in Scienze della Comunicazione e sogno di diventare una giornalista a tutti gli effetti. Sono sempre stata decisa a voler intraprendere questo tipo di carriera e ciò che ha contribuito a far coltivare questa passione è stato il quartiere in cui sono nata e crescita. Vivo a Secondigliano, inutile dirvi le difficoltà e i problemi che purtroppo esistono e persistono ma allo stesso tempo ci sono tante persone che fanno di tutto per cambiare le cose, io sono una tra queste. Spesso si guarda solo il negativo delle cose tralasciando l'altra parte della medaglia, quella positiva.

NESSUN COMMENTO