Mezzi EAV in sciopero. Treni e bus si fermeranno il giorno 9 settembre, l’azienda mette al corrente la mancata copertura del servizio ferroviario su linee vesuviane, suburbane e metropolitane.

Ancora disagi in vista per i pendolari della zona flegrea. Il sindacato Confail ha indetto un nuovo sciopero dei mezzi EAV in data venerdì 9 settembre 2016. I mezzi che sono coinvolti nello sciopero sono le linee flegree cumana e circumflegrea e la circumvesuviana. Saranno interessate inoltre le linee suburbane e la linee metropolitane Metro Campania Nord Est. Per quanto riguarda le linee flegree lo sciopero durerà per tutta la mattina.

I lavoratori dell’azienda EAV fermeranno il servizio dalle ore 8.00 alle ore 14.30. Saranno diverse, invece, le modalità di sciopero per tutte le altre linee. La durata dello sciopero sarà di quattro ore, dalle ore 9.00 alle ore 13.00. Per quanto riguarda i treni della cumana e della circumflegrea, l’azienda comunica, come al solito, che ci saranno le fasce orarie garantite con le ultime partenze e arrivi, prima e dopo lo sciopero. Di seguito sono riportate tutte le informazioni necessarie.

Prima dello sciopero, gli orari delle ultime partenze garantite saranno:

  • Montesanto– Torregaveta ore 8.01
  • Montesanto –Licola ore 8.03
  • Torregaveta – Montesanto ore 8.40
  • Licola – Montesanto ore 8.43

Alla fine dello sciopero, gli orari delle prime partenze garantite saranno invece:

  • Fuorigrotta – Torregaveta ore 13.27
  • Fuorigrotta – Montesanto ore 13.30
  • Montesanto – Torregaveta ore 13.41
  • Torregaveta – Montesanto ore 14.00
  • Montesanto –Licola ore 14.43
  • Montesanto – Licola ore 13.43
  • Licola – Montesanto ore 14.23

La Campania ancora una volta è colpita da scioperi. Si prevedono, quindi, disagi per i pendolari che ritornati dalle vacanze riprenderanno la solita routine e con essa anche gli scioperi costanti dei mezzi. Un altro venerdì nero infatti è previsto per il 23 settembre, con lo sciopero che colpirà i viaggiatori di Trenitalia.

Uno stop dei treni che durerà 8 ore, dalle ore 9.00 alle ore 17.00, creando ulteriore scompiglio e caos tra i cittadini pendolari che usufruiscono del servizio.

Maria Baldares 

CONDIVIDI
Articolo precedenteSalerno: diversi tipi di sbarchi a 70 anni di distanza da quello del ’43
Articolo successivoRoma, Virginia Raggi e la sua giunta scatenano bufera nel M5s
Frequento il secondo anno in Scienze della Comunicazione e sogno di diventare una giornalista a tutti gli effetti. Sono sempre stata decisa a voler intraprendere questo tipo di carriera e ciò che ha contribuito a far coltivare questa passione è stato il quartiere in cui sono nata e crescita. Vivo a Secondigliano, inutile dirvi le difficoltà e i problemi che purtroppo esistono e persistono ma allo stesso tempo ci sono tante persone che fanno di tutto per cambiare le cose, io sono una tra queste. Spesso si guarda solo il negativo delle cose tralasciando l'altra parte della medaglia, quella positiva.

NESSUN COMMENTO