Luci d’Artista, Lambiase: “Creano caos, smog e ingorghi”

Il consigliere Gianpaolo Lambiase, preoccupato dal caos e dallo smog creatosi a causa delle Luci d'Artista, ha pensato di preoccuparsi anche durante l'anno?

0
737

Le giornate si accorciano e, come ogni inverno, anche quest’anno l’Amministrazione del Comune di Salerno discute delle Luci d’Artista, evento di stampo culturale ormai alla sua undicesima edizione.

Ma, al di là del giudizio di valore della manifestazione Luci D’Artista, per molti non del tutto positivo dovuto ad alcune scelte non condivise, altri fattori turbano i cittadini salernitani.

Sicurezza e smog, ad esempio, sono motivo delle preoccupazioni di Gianpaolo Lambiase, consigliere del Comune di Salerno, candidato sindaco di Salerno di Tutti. Egli palesa i suoi pensieri rispetto l’evento in una nota, in cui scrive che “uno dei problemi urgenti che dovrà affrontare a breve l’Amministrazione Comunale è quello del caos, dell’inquinamento, della mancanza di sicurezza per residenti e visitatori, che si produrrà in occasione di Luci d’artista.” Il consigliere ritiene importante porre delle modifiche alla viabilità durante il periodo coinvolto nel progetto culturale, vittima di continui ingorghi e pericolosa per i pedoni. Le proposte di Lambiase sono diverse: dall’introduzione di zone a traffico limitato al servizio di car-sharing, sottolineando che questa soluzione sarà possibile “quando e se la nostra città sarà attrezzata per questa novità“. Altra proposta è l’implemento dei trasporti pubblici, sia infrasettimanale, ma soprattutto nel weekend, giorni in cui Salerno straripa visitatori e turisti.

Del tutto lecite sono le costernazioni di Lambiase, non malvagie le proposte. Ma siamo sicuri che il problema di Salerno sorga solamente durante il periodo di questa manifestazione?

Come ben sappiamo, il servizio di trasporti pubblici in tutta la Campania non è dei migliori: corse che saltano, treni soppressi, continui ritardi. Tutto ciò durante orari di punta, giorni di scuola e di lavoro, creando reale disagio e costringendo possibili utenti a utilizzare l’auto.  Smog e caos, al contrario di ciò che crede Lambiase, sono preoccupazioni quotidiane, che si accentuano durante l’evento culturale.

Modificare il piano della viabilità, implementare il trasporto pubblico sono proposte che non dovrebbero avere atto solamente durante i mesi della manifestazione, ma per tutto l’anno solare per andare a favore di chi vive Salerno tutti i giorni.

Elisabetta Lambiase

 

NESSUN COMMENTO