La mafia non uccide solo d’estate. Come un veleno, quotidianamente, si insinua nelle nostre terre, strade, case e vite. Ieri Ponticelli. Poi Napoli. Oggi Chiaiano. Giuseppe Guazzo è stato assassinato.

Si continua a sparare nel napoletano. Un uomo ritenuto appartenente al clan camorristico Lo Russo, Giuseppe Guazzo, di 38 anni, è stato ucciso con numerosi colpi di pistola.  Inutile la corsa in ospedale.

Giuseppe Guazzo è stato assassinato a Chiaiano, vicino casa. Il capo è stato perforato da quattro colpi di pistola sparati dai sicari. Ad indagare sono i carabinieri della Compagnia Vomero.

Il Clan Lo Russo è sulla scena criminale dagli anni 80, numerosi i reati esercitati in questi anni. Si tratta di un regolamento di conti?

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteHPV, arriva un vaccino anche per gli uomini
Articolo successivoHo visto Pavon, ma non le fonti

Maria Bianca Russo è una giornalista pubblicista iscritta a lettere moderne. Legata alla lotta contro le mafie, è vicina alle tematiche sociali e politiche, non trascurando il tema sulla violenza di genere.