Leggere diverte e premia: torna Book & Tè

Book & Tè pronto per la quinta edizione, tra ospiti, tè e pasticcini.

0
212
leggere

Sin dal Medioevo, a Napoli, gli amanti della letteratura si riunivano nei circoli per leggere sorseggiando un tè.

Il risultato di ciò era un’enorme diffusione di idee attraverso i libri. Scrittura&Scritture, dal 6 ottobre 2016 al 2 febbraio 2017, ricreerà quel clima nella sua sede principale. Qui, gli iscritti agli eventi, si riuniranno per leggere tra vivaci giochi letterari, tè e pasticcini artigianali. “Il tutto in un clima informale di relax”, precisa Scrittura&Scritture.

Per partecipare è necessario prenotarsi e versare la somma di 55 euro. Nella quota saranno compresi i quattro libri del programma, i cinque appuntamenti, tutti i tipi di tè, pasticcini e numerosi omaggi. Il pubblico potrà beneficiare anche della tessera Book & Tè, con la quale sarà possibile ottenere numerose agevolazioni. I circolisti dovranno leggere i libri prima di dirigersi nella sede napoletana in Corso Vittorio Emanuele, in modo da poter dare avvio ad un dibattito.

Book & Tè sarà prevede 5 appuntamenti. Quello inaugurale del 6 ottobre sarà un incontro degli iscritti, che riceveranno omaggi e partiranno con il primo gioco letterario. Il primo ospite sarà Adriana Assini, il 3 novembre, con il suo libro novità “Un caffè con Robespierre”. Nel libro viene trattata la storia di un amore controverso ai tempi della rivoluzione. Il secondo libro che i circolisti verranno chiamati a leggere sarà “Novanta Minuti” di Domenico Infante, la messa in scena di una partita di calcio a Napoli tra popolo della strada e camicie nere. Il terzo incontro del 12 gennaio sarà animato dagli intrighi di “La bellezza non vi salverà” di Francesca Battistella. I partecipanti si saluteranno in attesa della prossima edizione con un viaggio tra gli enigmi della storia, “Un sicario alla corte dei Gonzaga” di Tiziana Silvestrin.

L’iniziativa delle editrici Chantal ed Eliana Corrado va oltre il tipico salotto letterario, identificandosi in un vero e proprio progetto culturale. Attraverso i 5 eventi di Book & Tè, infatti, si invita a leggere un pubblico sempre più ampio. “Il pubblico è il vero protagonista:  potrà far allo scrittore domande, critiche, apprezzamenti; il nostro è un circolo dove non c’è la classica separazione autore-pubblico che si vede nelle presentazioni”. Queste le parole della redazione, che non esita a fare leva sull’elevato numero di stimoli offerti dal progetto.

Leggere nell’assoluta quiete della sala, discutere, fare vivaci giochi intellettuali è ciò che più nobilita il nostro animo. Ciò, in un’ epoca di frenesia come quella moderna, acquisisce un significato ancora più forte. Il cittadino, immerso nel continuo turbinio della routine, ha bisogno di momenti di riflessione per ritrovare se stesso. Quale miglior mezzo della lettura, a tal proposito? Forse è proprio questo il motivo del successo dell’organizzazione.

Un ruolo importante sarà quindi rivestito dai giochi letterari, sempre diversi per ognuno dei cinque appuntamenti. Questi termineranno con un super premio finale. “Non possiamo rivelarne il contenuto perché sono una sorpresa ogni volta, ma si tratta sempre di premi attinenti al mondo della cultura in senso generale: musica, teatro, cinema, letteratura, arte”. Così la redazione risponde alla domanda più “curiosa”, con un secco “partecipare per credere!”

Per ulteriori informazioni

Corrado Imbriani

 

NESSUN COMMENTO