Serie A, il riassuntone della 4^ giornata

0
103
giornata

La quarta giornata di Serie A inizia di venerdì con Sampdoria – Milan. Guidati da un Muriel mai così in forma, i blucerchiati sfiorano il vantaggio proprio con il colombiano, prima che un altro colombiano, Bacca, entri a cinque minuti dalla fine e regali i 3 punti ai rossoneri. Il sabato si apre con Lazio – Pescara. Lontani dalle mura amiche, gli abruzzesi non riescono a portare punti a casa: Memushaj fallisce un rigore nel primo tempo, e nella ripresa la Lazio ne fa tre. Nel posticipo serale, il Napoli batte 3-1 il Bologna grazie ai gol di Callejon e del nuovo bomber Milik, a quota +1 nella personale “sfida” a distanza tra lui e Higuain.

La partita domenicale di mezzogiorno vede scendere in campo Udinese e Chievo al Friuli, dove gli ospiti conquistano la vittoria all’ultimissima azione (minuto 95) con gol di Cacciatore.  Alle 15:00 si disputano quattro partite. Brutta giornata per l’Atalanta, che viene travolta 3-0 da un ottimo Cagliari sotto gli occhi di Gigi Riva, spettatore al Sant’Elia. La decidono Sau e Borriello, autore di una splendida rete su punizione. Partita no anche per il Genoa, che in trasferta a Sassuolo si arrende per 2-0. Crotone – Palermo e Torino – Empoli terminano con un pareggio, rispettivamente 1-1 e 0-0.

Ma domenica è soprattutto il giorno del Derby d’Italia tra Inter e Juventus. Al Meazza è record d’incassi nella storia del calcio italiano, sfiorati i 4 milioni di euro. Dopo un primo tempo a ritmi altalenanti, la Juventus passa in vantaggio con gol di Lichtsteiner, vicinissimo ai nerazzurri negli ultimi giorni di mercato. Neanche il tempo di esultare, che due minuti dopo Mauro Icardi mette a segno il gol del pareggio. Per l’argentino è il gol numero 7 in 8 partite contro la Juventus, un vero incubo per Buffon e per il trio difensivo bianconero. De Boer, immediatamente dopo la rete, butta dentro Perisic per cercare il gol del vantaggio. Che arriverà dieci minuti dopo: assist di Icardi per il croato, 2-1. De Boer salvo, Allegri sotto accusa. La quarta giornata si chiude con Fiorentina – Roma. Questa volta Totti non colpisce: 1-0 viola, gol di Badelj.

57c214457c2024_64923084

TOP

1 – A soli 23 anni, 61 gol in Serie A, di cui 7 contro la Juventus. Mauro Icardi quando vede bianconero, non ci vede più. In senso figurato, perché la porta la vede fin troppo bene. Al di là dei numeri, la sua prestazione è stata eccezionale, perfetta in ogni minimo dettaglio. E l’assist per il gol di Perisic vale quanto un gol.

2 – Higuan chi? Discorsi da bar sport a parte, l’impressione è che il Napoli ci abbia guadagnato eccome. Perché Arek Milik, finora, ha fatto tutt’altro che rimpiangere il Pipita. 4 gol in 4 partite, di testa, in area, da fuori area. Dimostrazione che il polacco è una prima punta completa e in futuro regalerà tante gioie ai tifosi partenopei.

3 – Marco Borriello è tornato da Ibiza più in forma che mai. Chi se lo sarebbe aspettato? Contro l’ex Atalanta non perdona, segnando addirittura su punizione, colpo che non pensavamo fosse nel suo inventario. Bomber fuori e dentro al campo.

FLOP

1 – Milan Skriniar regala la vittoria al Milan. Sembra una barzelletta, ma dalle parti della genova sampdoriana ridono poco. Il difensore slovacco ha sulla coscienza due sconfitte, quella con la Roma e ora anche quella col Milan.

2 – Che giornataccia per Alberto Paloschi. Il rigore sbagliato è solo la punta dell’iceberg: non entra mai in partita, incisività zero. Poi il rigore sbagliato, dopo le polemiche di settimana scorsa, quando Kessie gli aveva negato di tirare dagli undici metri, segnando. Gasperini rivedrà le gerarchie?

3 – Quando sei un difensore e giochi contro il Napoli, non è difficile ritrovarsi tra i flop. Questa volta il malcapitato è Emil Krafth. Sulla sinistra Insigne lo fa impazzire per tutto il primo tempo, nel secondo arriva addirittura il rosso per fallo su Zielinski. Solidarietà per Emil.

IL GOL

 

Marco Puca

CONDIVIDI
Articolo precedenteFaida di droga a Nocera, indaga l’antimafia
Articolo successivoFantabreak: i consigli per la 5° giornata
Classe 1997, vive a Sant'Antimo, dove ha conseguito il diploma scientifico al Liceo Laura Bassi. Attualmente studia Mediazione linguistica ed interculturale presso L'Orientale di Napoli. Ama il lato romantico delle cose, anche del calcio e della musica, di cui è grande appassionato.

NESSUN COMMENTO