La città di Napoli è candidata per ospitare le olimpiadi nel 2028.

«Siccome noi vogliamo costruire un Mediterraneo di pace, solidarietà, dialogo, intercultura e non più vedere le immagini di un Mediterraneo di sangue, guerra e conflitti vogliamo provare a candidarci per il 2028 e entro quella data a costruire quei luoghi nel nostro sud, nel sud Europa, in cui ci si può incontrare per costruire sport e cultura, dialogo, giovani e sport, credo che sia un messaggio molto forte», così il primo cittadino di Napoli, Luigi De Magistris interviene a Palazzo San Giacomo, confermando la candidatura di Napoli per le Olimpiadi 2028.

«La Raggi fa il sindaco di Roma- continua De Magistris –  e mi auguro che lo faccia per i prossimi cinque anni perché è stata eletta dalla stragrande maggioranza dei romani. Può esprimere la sua posizione, che è la posizione legittima del Movimento. Io ho detto che sarebbe bello, di fronte a questo no, un sì da parte di Napoli e del Mediterraneo».

Con tale tale candidatura il Sindaco vuole «dimostrare anche che si possono fare le cose con le mani pulite e quindi non vale l’equazione Olimpiadi, speculazione, corruzione perché è quasi voler dire che loro che hanno detto no non sono in grado di garantire che si possono fare le cose con le mani pulite. Noi, a Napoli, abbiamo dimostrato- interviene ancora –  governando senza un euro, di fare le cose con le mani pulite. Quindi siamo pronti ed è anche bello che tantissimi amministratore del mezzogiorno si siano resi disponibili».

«Mi auguro –  conclude De Magistris – che il governo nazionale e il presidente del Coni accolgano questa idea che il sud Italia possa diventare il principale luogo in cui costruire politiche di accoglienza, cultura, solidarietà pace e fratellanza»

 

Simona Pietropaolo