L’allieva: Mastronardi in camice bianco su RaiUno

0
611
L'allieva

L’allieva è l’attesissima fiction di Rai uno in onda da martedì 27 settembre.

Protagonista de L’allieva è Alice, interpretata da Alessandra Mastronardi, insieme a lei Lino Guanciale nei panni di Claudio, e tantissimi altri personaggi.

L’allieva ruota dunque attorno alla vita di una giovane specializzanda in medicina legale che si barcamena tra studio, casi d’omicidio e una complicata vita sentimentale. Una serie in sei prime serate tratta dai romanzi di Alessia Gazzola, in particolare da L’allieva, Un segreto non è per sempre, Sindrome da cuore in sospeso. Diretta da Luca Ribuoli e prodotta da Endemol Shine Italiy.

Alice, giovane studentessa fuori sede della Facoltà di Medicina che, dopo un iniziale momento di confusione sul proprio futuro professionale, sceglie di iniziare la specializzazione in medicina legale. È una ragazza maldestra e con la testa tra le nuvole, questo non l’aiuta in una professione che richiede metodo, serietà e margine d’errore molto basso. Dalla sua ha sicuramente tanta buona volontà, grande intuito e una predisposizione naturale per la medicina legale, ma ha ancora molto da imparare. È una ragazza entusiasta e sognatrice tanto nel lavoro quanto nelle questioni di cuore. Se da una parte prende una cotta per il suo mentore, dall’altra si fa conquistare dalla spontaneità e dal fascino di Arthur, giovane reporter di guerra, ma non solo.

Ne L’allieva c’è anche un uomo carismatico, sarcastico e ambizioso: Claudio Conforti, il diretto superiore di Alice. Dotato di grande fascino, tant’è che molte specializzande arrivano all’Istituto di Medicina Legale solo per lui, Conforti è un professionista molto preparato. I rapporti tra Claudio, anche detto “CC”, e Alice sono ambivalenti: oscillano tra amore e odio. Sicuramente lui non perde occasione per rimarcare gli errori della ragazza sul lavoro o per metterla, anche con una punta di sadismo, in difficoltà. A volte, però, lascia trasparire un interesse decisamente diverso da quello professionale.

E poi c’è Arthur, scrive reportage di viaggi, ma il suo sogno è diventare reporter di guerra. È molto determinato, segue il suo obiettivo professionale con passione ed entusiasmo, tanto da esser disposto a mettere tutto il resto in secondo piano. Alice non poteva innamorarsi che di un tipo così inafferrabile, che non le offre alcuna garanzia su un futuro comune.

Fanno parte del cast anche Martina Stella, Ray Lovelock, Marzia Ubaldi, e Michele Di Mauro.

Insomma una fiction, L’allieva, che unisce giallo, rosa e commedia in un connubio perfetto. Una ventata di aria fresca nel panorama della lunga serialità.

A questo link le interviste agli attori e una serie di contenuti extra.

Enrica Leone

CONDIVIDI
Articolo precedenteIntervista con Carlo Antonelli: ”La legge 107 ha portato tantissime novità. Momento di difficoltà per le scuole”
Articolo successivoPerché Corbyn trionfa ancora
Mi chiamo Enrica Leone, sono nata a Lecco. Diplomata con maturità scientifica, ho intrapreso la carriera universitaria presso la facoltà di Giurisprudenza. Entusiasmo, iniziativa e dinamismo mi hanno da sempre spinto ad andare avanti nel lavoro così come nello studio. Adoro scrivere e questa passione mi ha portata ad intraprendere avventure di ogni genere per poter portare a casa interviste ed acquisire il giusto grado di esperienza, per rendere i miei articoli ancora più miei. Una passione che mi ha portata a pubblicare pochi mesi fa il mio primo romanzo: Basta avere coraggio, presso la casa editrice Arduino Sacco Editore. Non smetto mai di rincorrere i miei sogni ed il più delle volte questi diventano i miei obiettivi che cerco in tutti i modo di raggiungere. Alla scrittura, da poco tempo ho affiancato il lavoro di organizzatrice di eventi di beneficenza ed assistenza alla comunicazione. Mi piace il contatto con il pubblico. A detta di chi collabora con me, sono una persona estremamente precisa, metodica e puntuale. Attenta affinchè il compito affidatomi possa venir portato a termine nel miglior modo possibile e nel tempo necessario. Amo il cinema, la televisione (quella di qualità) e tutto ciò che ha a che fare con lo spettacolo ed è questo ciò di cui mi occupo.