Mindful Moment Room, meditazione e relax a scuola

0
336

Un tempo per tenere a bada gli alunni indisciplinati si usava infliggere loro punizioni e castighi, ma col tempo si è capito la totale inefficacia di questi metodi. Come fare allora?

La scuola elementare Robert W. Coleman di Baltimora (USA) in collaborazione con la Holistic Life Foundation ha ben pensato di sostituirli con programmi di relax e meditazione. Dopo aver trasgredito le regole imposte dall’istituto gli studenti vengono mandati nella cosiddetta ”Mindful Moment Room”, una stanza spaziosa, colorata e luminosa dove mettono in pratica la meditazione sotto le direttive di insegnanti esperti nel campo.

E’ stato, infatti, scoperto sul campo attraverso vari studi ed esperimenti che la correzione di un qualsiasi individuo può avvenire tramite il relax. Un esempio delle possibili terapie è l’utilizzo della Reiki Music, ovvero musica rilassante utilizzata come forma terapeutica alternativa per il trattamento di malanni fisici, emozionali e mentali.

Anche la cromoterapia è una pratica di rilassamento che negli ultimi anni sta spopolando. A detta dei fautori di questa terapia la vita è colore è ogni organo ne possiede uno specifico. Ogni colore ha una propria polarità e svolge la sua funzione a livello individuale e collettivo. L’uomo è espressione vivente di tutto questo e tutte le malattie e i disturbi, fatta eccezione per le malattie congenite o le ferite riportate nel corso di incidenti, rappresentano l’effetto di uno squilibrio cromatico.

Potrebbe sembrare a prima vista un’idea del tutto utopistica, ma l’utilizzo di queste terapie ha funzionato realmente. Da quando il programma è iniziato, ovvero, due anni fa, nessun studente della Robert W. Coleman è stato escluso dalla scuola. Il programma è stato pertanto esteso anche nelle ore del dopo scuola dove i bimbi continuano nella pratica del relax. Molti genitori hanno riscontrato miglioramenti anche in casa.

Eugenio Fiorentino

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteEuropa League: Tracollo Inter e Sassuolo, Fiorentina e Roma a valanga
Articolo successivoFuturo Remoto: scienza nel cuore di Napoli
Eugenio Fiorentino, nato il 3/2/1992 a Napoli, dove ho sempre vissuto. Ho frequentato le scuole presso l'istituto Suore Bethlemite ed ho poi conseguito la licenza liceale presso il X Liceo Scientifico Statale, Elio Vittorini. Sempre promosso a pieni voti. Nel 2010 mi sono iscritto all'istituto Suor Orsola Benincasa, alla facoltà Scienze delle Comunicazioni, conseguendo i primi esami fino al settembre 2011, data in cui a causa di un gravissimo incidente subito ho interrotto gli studi. Dopo un lungo periodo riabilitativo, che tutt'ora sto sostenendo, ho ripreso gli studi nel 2014, conseguendo anche il passaggio al primo esame: Informazione e cultura digitale. Ho praticato molti sport, tra i quali nuoto e calcio a livello agonistico. Ho anche grandi passioni riguardo Musica, Calcio e Motociclismo, ma ultimamente ho avuto modo di apprezzare, anche per vicende personali, tutto l'ambito della riabilitazione neuro-motoria, che è un campo in grande crescita ed espansione.

NESSUN COMMENTO