Cari fan di Fantabreak, in questa puntata vi parliamo dei giocatori neopromossi in Serie A, utilizzando un esempio appropriato, ma metaforizzandolo. Vi racconteremo la felice storia di tutti i giocatori neopromossi, su cui forse non si è puntato abbastanza. La metafora sta nel richiamo ad un famoso film di Lo Wei, ovvero ”Dalla Cina con furore”, in cui il protagonista per svariate vendette va a farsi conoscere in Europa. In ambito fantacalcistico, la storpiatura la si riscontra nel titolo, ovvero: “Dalla Serie B col furgone.” Perché i ragazzi, tanti, saliti in categoria superiore, ad inizio campionato erano sconosciuti ai più, ma non agli occhi degli esperti. Su tutti eccelle Melchiorri, che la giornata precedente a questa ha timbrato il suo debutto con il gol decisivo. Fortunatamente non è l’unico esempio, ecco perché la nostra storpiatura. Solo un furgone abbastanza capiente può portare i tanti nuovi fenomeni, come chi si è fatto conoscere in maniera inaspettata grazie una segnatura nel match d’apertura di campionato, Benali, compagno di un altro neopromosso, Caprari. I due viaggiano con medie più che sufficienti, ed in più il ragazzo acquistato dal Palermo ha raccolto tre punti bonus in occasione del gol nel match d’apertura di campionato contro il Napoli. Gli ex-cadetti viaggiano all’unisono verso la sufficienza, ottenendo spesso anche il bonus fantacalcistico. Come nel caso di un altro mini vagabondo del campionato italiano, il centrocampista cagliaritano Davide Di Gennaro, che proprio nella giornata appena trascorsa realizza il suo secondo gol in Serie A che favorisce la vittoria dei rossoblù. Il classe ’88 scuola Milan è stato, nella scorsa stagione, uno dei principali artefici della promozione dei suoi e sarà, presumibilmente, uno degli elementi di punta su cui il Rastelli baserà la propria permanenza nella massima serie. Il solito Savio ci offre una vignetta14518679_10208968360400499_1416072241_nche spiega il tutto, con protagonisti i due pescaresi, in assoluto momentaneamente i veri Fantabreak, che non solo si dirigono verso almeno la fatidica sufficienza, ma talvolta anche al bonus.
Così vi saluto, vi auguro, come al solito, buon Fantabreak a tutti ed appuntamento per i prossimi consigli, ricordandovi che settimana prossima ci sarà la pausa per le nazionali.

 

 

 

 

Eugenio Fiorentino

CONDIVIDI
Articolo precedenteA Sepang vince Ricciardo, ma è polemica Hamilton
Articolo successivoColombia: rigettato l’accordo con le FARC. Pace impossibile?

Eugenio Fiorentino, nato il 3/2/1992 a Napoli, dove ho sempre vissuto.
Ho frequentato le scuole presso l’istituto Suore Bethlemite ed ho poi conseguito la licenza liceale presso il X Liceo Scientifico Statale, Elio Vittorini. Sempre promosso a pieni voti. Nel 2010 mi sono iscritto all’istituto Suor Orsola Benincasa, alla facoltà Scienze delle Comunicazioni, conseguendo i primi esami fino al settembre 2011, data in cui a causa di un gravissimo incidente subito ho interrotto gli studi. Dopo un lungo periodo riabilitativo, che tutt’ora sto sostenendo, ho ripreso gli studi nel 2014, conseguendo anche il passaggio al primo esame: Informazione e cultura digitale.
Ho praticato molti sport, tra i quali nuoto e calcio a livello agonistico.
Ho anche grandi passioni riguardo Musica, Calcio e Motociclismo, ma ultimamente ho avuto modo di apprezzare, anche per vicende personali, tutto l’ambito della riabilitazione neuro-motoria, che è un campo in grande crescita ed espansione.