Lega Pro: Casertana travolta dalla Virtus Francavilla

Una brutta e sfortunata Casertana cade a Francavilla Fontana per 4-1. Tedesco: ”Punizione eccessiva per quanto fatto per un’ora dai miei ragazzi”

0
70
Casertana

Si interrompe a quota 5 la serie di risultati utili consecutivi conquistati dai falchetti; nell’insidiosa trasferta pugliese contro la Virtus Francavilla, i rossoblù incappano in una giornata no e subiscono un duro k.o. Per quanto la Casertana abbia meritato di perdere, il 4-1 finale è sicuramente un risultato troppo severo per quanto visto in campo. Il cambio modulo non ha sortito gli effetti sperati. La Casertana ha tenuto botta per un’ora di gioco ai pugliesi trovando il goal del momentaneo 1-1 con Carlini. Poi un black-out generale e qualche episodio hanno permesso ai padroni di casa di dilagare. Gli uomini di mister Tedesco rimangono fermi al settimo posto in classifica, a quota 11 punti.

LA PARTITA– La partenza super dei padroni di casa è subito premiata: al 15esimo è il francese N’Zola  a raccogliere l’assist di Alessandro e a fare 1-0. La Casertana non ci sta e reagisce subito. Al 36esimo Giannone serve Carlini che con uno splendido tiro al volo pareggia i conti. A pochi secondi dal termine della prima frazione di gioco i padroni di casa si portano nuovamente avanti, ancora con N’Zola; sulla posizione di partenza del francese però rimangono molti dubbi.

Nella ripresa la Casertana torna a ringhiare e sfiora il nuovo pareggio prima con Giannone e poi con Taurino che cicca clamorosamente il pallone. Nel momento di massimo sforzo offensivo i falchetti vengono trafitti in contropiede dalla rete di Pastore che chiude i conti. La giornata no si conclude con il goal di Triarico che rende il passivo eccessivamente pesante per i rossoblù.

Con Tedesco in panchina la Casertana non aveva mai perso una partita con più di un goal di scarto. Proprio il mister ha così commentato la prova dei suoi ragazzi al termine del match: “Nel calcio, si sa, ancor di più in Italia, conta il risultato. Per questo passa in secondo piano il fatto di aver messo in campo il giusto atteggiamento per circa un’ora di gioco. Ma ai miei ragazzi dirò proprio questo. Il passivo non deve cancellare quanto era emerso soprattutto nella prima parte di gara. Fa male perdere così. Abbiamo reagito al loro iniziale vantaggio e siamo andati ad un passo dal 2-2 con Taurino. Non dimentichiamo che eravamo su un campo difficile e contro un avversario costruito per una classifica ben diversa da quella che vantava alla vigilia di questa partita. Abbiamo creato tre o quattro occasioni, subito un gol in fuorigioco e reclamiamo un rigore a nostra favore. Insomma se gli episodi fanno la differenza, a noi certo non è andata bene questa volta. Forse è meglio essere brutti e vincenti che riuscire a fare qualcosa di buono e portare a casa una sconfitta eccessiva”.

Visibilmente amareggiato in conferenza stampa anche Carlini; il suo goal è stata l’unica nota lieta in una giornata da dimenticare: “Abbiamo giocato una buona partita fino a quel 2-1 alquanto discutibile. Abbiamo avuto anche la forza di reagire e se fosse entrata quella palla di Taurino la partita sarebbe stata senza dubbio diversa. Poi loro hanno trovato il terzo gol subito dopo che Giannone si era reso pericoloso. Insomma questa volta non ci è girata certo bene” La nuova posizione occupata in campo (molto più arretrata rispetto al solito) gli ha comunque permesso di andare a segno- “Con il mister ne avevamo parlato in settimana visto che in carriera in qualche occasione ci avevo già giocato. E’ arrivato anche il goal, per cui non credo sia andata male. Ora dobbiamo soltanto pensare a rialzarci. Non è mai facile mandare giù una sconfitta, figurarsi quattro gol dopo una partita come quella di oggi”.

Una giornata storta e una débâcle da dimenticare in fretta. Adesso c’è una settimana a disposizione dei ragazzi e del mister per imparare dagli errori commessi e ripartire subito. Domenica a Caserta arriva la Reggina che insegue in classifica proprio i falchetti ad un solo punto di distanza.

VIRTUS FRANCAVILLA-CASERTANA 4-1

VIRTUS FRANCAVILLA: Casadei, Pastore, Idda, Biason (26’ st Finazzi), Nzola, Galdean, De Angelis, Faisca, Albertini (26’ st Triarico), Abruzzese, Alessandro (12’ st Prezioso). A disp: Albertazzi, De Toma, Turi, Gallù, Liberio, Abate, Pino, Tundo, Vetrugno. All.: Calabro.

CASERTANA: Ginestra, Finizio, Pezzella, Giorno (33’ s.t. De Marco), Giannone (33’ s.t. Ciotola), D’Alterio, Carriero, Rainone, Taurino (23’ s.t. Corado), Orlando, Carlini. A disposizione: Anacoura, Fontanelli, Lorenzini, Rajcic, Ramos, Bernardes, Gala, De Filippo. All.: Andrea Tedesco.

ARBITRO: Lorenzo Maggioni di Lecco.

RETI: 14’ pt e 44’ pt Nzola (VF), 36’ pt Carlini (C), 24’ st Pastore (VF), 47’ st Triarico (VF).

AMMONITI: Nzola, Biason (VF), Pezzella, Carriero (C)

Ugo D’Andrea

NESSUN COMMENTO