Ettore Messina e la Nazionale, un binomio destinato ancora a proseguire. Sicuramente fino al campionato europeo che si disputerà il prossimo settembre. Dopo la delusione di luglio per la mancata qualificazione alle Olimpiadi di Rio, l’assistente allenatore dei San Antonio Spurs si era presentato in conferenza stampa addossandosi le colpe di quanto accaduto. Da parte della federazione italiana non vi erano dubbi sulla volontà di proseguire questo percorso, come aveva dichiarato Gianni Petrucci alla Gazzetta del Mezzogiorno qualche settimana fa: “Siamo in attesa di una sua risposta”. È arrivata oggi.

IL COMUNICATO – Ettore Messina sarà il Commissario Tecnico della Nazionale Senior Maschile a EuroBasket 2017. Prosegue dunque il rapporto, iniziato nel novembre del 2015, tra l’assistente allenatore dei San Antonio Spurs in NBA e la Federazione Italiana Pallacanestro. Così il CT: “Una logica continuazione. Ringrazio il presidente Petrucci e la Federazione per la fiducia, coach Popovich e RC Buford degli Spurs per la disponibilità. Si riparte per fare il miglior lavoro possibile in vista dell’Europeo”.

Nell’estate del 2017 gli Azzurri prenderanno parte all’edizione numero 39 dell’EuroBasket FIBA (31 agosto/17 settembre), la cui fase a gironi si svolgerà nelle città di Istanbul (Turchia), Helsinki (Finlandia), Cluj (Romania) e Tel Aviv (Israele). Fasi finali a Istanbul, dove il 22 novembre prossimo si svolgerà anche il sorteggio dei gironi.

Ettore Messina è nato il 30 settembre 1959 a Catania.
Ha già allenato la Nazionale dal 1992 al 1997, vincendo l’Argento al Campionato Europeo di Barcellona 1997, l’Oro ai Giochi del Mediterraneo di Castelnau Le Lez 1993 e l’Argento ai Goodwill Games di S. Pietroburgo 1994.
Ha guidato gli Azzurri anche ai Campionati Europei di Berlino 1993 e di Atene 1995 (miglior allenatore della manifestazione).
Dopo 19 anni torna alla guida della Nazionale per il Torneo Pre Olimpico di Torino del 2016.
E’ il quinto CT di sempre per numero di panchine in Azzurro: con 123 presenze (79/44) è dietro Sandro Gamba (262), Giancarlo Primo (237), Carlo Recalcati (229) e Nello Paratore (163).

Michele Di Mauro

NESSUN COMMENTO