Investire in Borsa sta diventando un’attitudine praticata da trader di ogni genere. Grazie alle possibilità offerte dalla rete infatti, è oggi possibile rivolgersi al mercato azionario utilizzando il web.

Quello che qui si vuol fare quindi, non è fornire una guida relativa al modo tradizionale di approcciarsi alla Borsa; che in fondo è un qualcosa di ormai noto e stranoto. Tutti hanno ben presente nella loro mente le immagini dei corridoi della Borsa; della confusione che vi regna; degli urli che risuonano da parte di chi segue sul tabellone l’andamento delle azioni per poi piazzare un ordine.

Quello che stiamo per dipingere qui è un quadro completamente differente; relativamente nuovo e, per questo, meritevole di essere raccontato. Chi investe in Borsa oggi tende a farlo principalmente tramite il web; e lo fa seguendo quelli che sono gli approcci di questo tipo. Affidandosi quindi per prima cosa ad un intermediario multimediale e non più fisico; sperimentando online in modalità demo; affidandosi alla possibilità di formarsi tramite le stesse piattaforme che poi vanno a fare da ponte con il mercato.

In sostanza un modo nuovo di investire in azioni sul mercato borsistico; che non richiede conoscenze troppo elevate ma che comunque implica studio e formazione. Ecco quindi il primo consiglio: mai iniziare ad utilizzare questi strumenti senza prima avere bene chiaro in mente come investire online in Borsa.

In particolare ci si riferisce qui ai soggetti di cui sopra, le piattaforme di intermediazione o broker online; sono loro gli attori principali di questo mondo virtuale. E prima di affidarsi ad uno piuttosto che ad un altro sarebbe opportuno conoscerli. A partire dalla loro regolamentazione, dato che i broker online possono operare solo se ricevono la concessione da una autorità di regolamentazione del paese nel quale sono registrati.

Ovviamente chi vuole investire in Borsa utilizzando la rete deve assicurarsi di scegliere una piattaforma che offra questa possibilità; i broker infatti si dividono il mercato e ciascuno di loro è specializzato in un servizio piuttosto che in un altro. Ci sono le piattaforme specifiche per il Forex; quelle per le Opzioni Binarie; altre focalizzate più sulla Borsa online per l’appunto.

Prima di registrarsi presso un broker e aprire un conto virtuale è bene assicurarsi che offra i servizi di intermediazione verso il mercato cui siamo interessati. Quindi si può iniziare con l’iter classico che si segue in questi casi. Che prevede formazione (spesso la offre la stessa piattaforma.

Altrimenti in rete ci sono ormai molti siti per iniziare a studiare il mondo del trading online); sperimentazione (come dicevamo le piattaforma offrono l’opportunità di aprire conti demo per investire in modalità ‘gioco’, senza quindi spendere soldi veri); e infine, quando ci si sente pronti, investimento su strumenti finanziari reali. Puntando, questo è il consiglio di base per chi si avvicina ad una nuova tipologia di investimento, cifre abbordabili e non lasciando quindi prendersi troppo la mano.

NESSUN COMMENTO