Via al regolamento F1 2017, le principali modifiche

0
1822

Negli ultimi giorni la FIA ha finalmente ufficializzato le modifiche al regolamento per il campionato di Formula Uno 2017. Gomme più larghe e niente più gettoni per lo sviluppo del motore durante l’anno, oltre alle novità sulle partenze col bagnato dietro safety car e alla pubblicazione del calendario ufficiale.

E proprio da qui partiamo. Tra le prime novità dell’anno nuovo (e neanche tanto) v’è un riassestamento del calendario, che resta sulle stesse ventuno gare che si sono disputate quest’anno, con inizio a marzo ed epilogo a novembre. A questo proposito si sono già registrati i primi feedback dei piloti, perlopiù negativi, fatta eccezione per qualcuno – come Kimi Raikkonen – che malgrado gli anni e l’esperienza maturata in Circus pare uno tra i meno nostalgici: “Quando finiremo le gare saremo vicini a Natale – ha detto – così non ci sarà molto tempo prima che si ricomincia. Però chi non è felice può starsene a casa, perché c’è sempre qualcuno pronto a stare qui. È un dato di fatto che le stagioni più lunghe sono parte dell’attuale Formula 1. E vedremo cosa accadrà in futuro”.

  • 26 marzo Melbourne – Gp Australia
  • 9  aprile Shanghai – Gp Cina
  • 16 aprile Bahrain – Gp Bahrain
  • 30 aprile Sochi – Gp Russia
  • 14 maggio Barcellona – Gp Spagna
  • 28 maggio Monte Carlo – Gp Monaco
  • 11 giugno Montreal – Gp Canada*
  • 18 giugno Baku – Gp Azerbaijan
  • 2  luglio Spielberg – Gp Austria
  • 9  luglio Silverstone – Gp Inghilterra
  • 23 luglio Budapest – Gp Ungheria
  • 30 luglio Hockenheim – Gp Germania (da confermare)
  • 27 agosto Spa – Gp Belgio
  • 3 settembre Monza – Gp Italia
  • 17 settembre Sepang – Gp Malesia
  • 1 ottobre Singapore – Gp Singapore
  • 8 ottobre Suzuka – Gp Giappone
  • 22 ottobre Austin – Gp USA
  • 5 novembre Mexico City – Gp Messico
  • 12 novembre San Paolo – Gp Brasile*
  • 26 Novembre Abu Dhabi – Gp Emirati Arabi Uniti

A monte del nuovo regolamento troviamo, poi, un’importante modifica che riguarda lo sviluppo dei motori durante la stagione. Dal prossimo anno, infatti, il regolamento consentirà di aggiornare senza limiti i motori, prescindendo in questo senso dal sistema a gettoni (che si usa dal 2014 a questa parte). Unico limite da rispettarsi sarà il numero di power unit utilizzabili (4), dopo il quale chiaramente si procederà (come tutt’ora accade) con penalità in griglia. Modifica che – apprendiamo dalle parole di Luigi Fraboni, responsabile in pista dei motoristi – sembra sorridere alla Ferrari e a molti team che lo scorso settembre consumavano già i 32 gettoni a loro disposizione. In aggiunta, il regolamento ha tappato anche la falla che permetteva ai team di raggirare le sanzioni di cui sopra. Al pilota non sarà più permesso di esaurire tutte le modifiche alle componenti in un solo weekend per scontare ammenda in un solo frangente. Affinché sia da deterrente per strategie già delineatesi negli ultimi due anni, degli elementi modificati solo l’ultimo montato potrà essere poi usato per le gare successive senza avere altre penalità.

185410335-80605f4c-b01f-493d-9ba5-4eb55b1f7304

Veniamo infine ad altre problematiche ‘minori’, che sono quelle inerenti alle gomme e alla safety car. Innanzitutto, sarà Pirelli e non i team a decidere che mescole portare in gara almeno per i primi cinque gran premi della stagione. Inoltre, come già sappiamo, molto cambierà nella visione aerodinamica della monoposto; nel nuovo regolamento quindi vedremo comparire anche le nuove dimensioni per gli pneumatici, che all’anteriore e al posteriore saranno rispettivamente 6 cm e 8 cm più larghi degli attuali. A restare invariate sono invece le dimensioni dei cerchi, che in armonia con gli ingrossamenti delle gomme dovrebbero contribuire ad aiutare la vettura ad avere velocità più elevate in curva (il tutto in ottica di un miglioramento delle prestazioni fino a 4″). Sul discorso safety car, per concludere, il nuovo regolamento prevede che le partenze sul bagnato si svolgano come ora, abolendo la ripresa della partenza in lancio dietro la vettura di sicurezza ma assicurando un nuovo riposizionamento in griglia.

Nicola Puca

Fonte immagine in evidenza: derapate.it

NESSUN COMMENTO